Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

Ambientalisti e studenti insieme per la tutela della necropoli

Fonte: L'Unione Sarda
2 aprile 2009

tuvixeddu



Ambientalisti e studenti universitari insieme per rilanciare la battaglia in difesa della necropoli di Tuvixeddu. Accadrà domenica con una catena umana sulla sommità del colle. «Un abbraccio simbolico», spiega Fanni Cao di Italia Nostra. «Un modo per far sentire la voce di chi non si arrende a un destino segnato per il colle», aggiunge il presidente di Legambiente Sardegna, Vincenzo Tiana.
La manifestazione è stata presentata ieri dai promotori: con Legambiente e Italia Nostra, il Wwf, il Cagliari social forum e gli universitari della città. Tutti convinti che sia ancora possibile, «nonostante la serie di ricorsi persi per vizi procedurali», garantire «un futuro di tutela per la più grande necropoli punico-romana del Mediterraneo». «Sono 431 le nuove tombe scoperte negli ultimi dieci anni», ricordano gli ambientalisti, impegnati dal 1991 nella difesa del colle. Numeri che testimoniano «l'urgenza di una tutela integrale di tutti i 50 ettari». Alla catena umana hanno garantito la loro presenza esponenti del mondo accademico come Giovanni Lilliu, Roberto Coroneo, Enrico Corti e Alfonso Stiglitz.

02/04/2009