Rassegna Stampa

Il Sardegna

Nuovo stadio, la gara non c'è la delibera resta nel cassetto

Fonte: Il Sardegna
5 marzo 2010

Comune. La giunta aveva stabilito tre mesi di tempo per il bando. Da allora silenzio

Floris minimizza: «La data era soltanto indicativa. Mancano casi precedenti»

Ennio Neri ennio.neri@epolis.sm ¦

Lo stadio in alto mare. Della gara per l'assegnazione, demolizione e ristrutturazione del Sant'Elia, annunciata in pompa magna dal sindaco, non c'è nemmeno l'ombra. Esiste solo una delibera della giunta, votata il 24 novembre, che dava tempo tre mesi agli uffici per bandire la gara. Delibera già disattesa. Perché dopo oltre tre mesi, nulla è stato pubblicato. E nessuno sa se sia partita o meno la scrittura del capitolato.
IL 24 NOVEMBRE scorso il sindaco Emilio Floris convoca la stampa nel suo ufficio. E annuncia: «Lo stadio si fa». Dopodiché passa ad illustrare la delibera votata qualche ora prima, nel corso di una seduta di giunta appositamente convocata. Il documento definiva tre tappe. La prima stabiliva “di demandare ai competenti uffici comunali la predisposizione, secondo i criteri indicati nel presente atto ed entro il termine perentorio di tre mesi dalla data di approvazione della presente, del bando pubblico per la selezione del superficiario”. La seconda imponeva altri tre mesi per la procedura di evidenza pubblica per l'assegnazione dell'area dello stadio e la terza altri tre mesi al vincitore della gara per la presentazione del progetto esecutivo. Ma, se il calendario non si sbaglia, il Comune è già in ritardo sulla tabella di marcia. Alla faccia del “perentorio” messo nero su bianco nella delibera. Floris minimizza. «La data dà un indicazione di massima», spiega alla fine della seduta sui rifiuti, «purtroppo manca una giurisprudenza sulla materia, data l'unicità del caso del Sant'Elia». Forse a frenare il procedimento, l'ultima sentenza del tribunale che ha condannato il Cagliari a pagare 800 mila euro di debiti per canoni relativi all'utilizzo del Sant'Elia, mai versati dalla società rossoblù e gli altri contenziosi. I criteri del bando avranno al necessità di un nuovo passaggio in giunta. La relazione tecnica redatta dai dirigenti a novembre è stata superata, ma tanti assessori hanno bene in mente le indicazioni dei tecnici per la definizione della gara: come l'impegno prima del bando dei rossoblù di giocare, anche in caso di mancata aggiudicazione, le gare interne di campionato, nel nuovo Sant'Elia. ¦