Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Pirri si fa green: “I Bambini che piantano alberi” mettono a dimora 50 piante

Fonte: Vistanet Cagliari
28 maggio 2021

Pirri si fa green: “I Bambini che piantano alberi” mettono a dimora 50 piante

La bellissima iniziativa nata a Pirri grazie alla collaborazione di adulti, bambini e istituzioni


  
Quando si dice che da un evento negativo può nascere un’opportunità. Tutto nasce infatti da un post di Enrica Fois, che sui social ha denunciato il furto delle cassettine antivento e delle piantine che proteggevano, che erano state installate poco prima dal Comitato. L’associazione Sardegna Solidale, venuta a conoscenza dell’atto vandalico, si è messa in contatto con la consigliera della Municipalità di Pirri per proporre un aiuto, che ha donato circa cinquanta piante al Comitato cittadino “I Bambini che piantano alberi”.

Sono stati proprio i bambini, in particolare quelli dell’Istituto comprensivo Pirri 1, a piantare insieme alle insegnanti gli alberelli nella terra davanti alla scuola di via Enrico Toti, sotto la supervisione degli addetti di Forestas.

All’evento era presente l’assessora comunale alla Pubblica Istruzione, Rita Dedola, l’assessore al patrimonio Carlo Tack, il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Pirri 1 e Pirri 2, Valentino Pusceddu, la consigliera della Municipalità di Pirri, Enrica Fois, che ha lavorato fortemente per unire le istanze ambientali con quelle sociali e il consigliere comunale Alessandro Fadda che sabato dopo sabato ha dedicato il suo tempo a bonificare l’area.

 


Da subito l’assessora Dedóla si è dimostrata entusiasta dell’iniziativa riconoscendole la grande valenza educativa che rende i bambini e le bambine artefici del proprio futuro e consapevoli delle potenzialità del loro ruolo nell’ambito della comunità cittadina.

«Il progetto ha un grande valore educativo e di democrazia partecipata – spiega Fois – perché mostra l’importanza di avere del verde in città con degli atti pratici, non solo a parole. Inoltre, lega il tema ambientale a quello sociale, educativo e della solidarietà. Ambiti che sono fortemente collegati tra loro: una maggiore coscienza ecologica è infatti legata all’aumento dell’istruzione — e quindi al ruolo della scuola — e alla solidarietà tra persone, visto che un ambiente migliore aiuta tutta la società e tutti dovrebbero contribuire a rispettare e mantenere pulito il proprio spazio. Un esempio di democrazia».



Curare l’ambiente è proprio l’obiettivo del comitato, che due volte alla settimana si prende cura di ripulire, mettere in ordine e adornare con nuove piante i terreni incolti e abbandonati di Pirri. «C’è chi si lamenta e basta e chi invece agisce in silenzio per il bene di tutti. Ed è quello che fa questo comitato, lavorando con il sorriso per abbellire il posto in cui viviamo. Un esempio positivo di civismo» ha concluso il consigliere comunale Sandro Fadda.



Un contributo fondamentale è stato dato dalla buona volontà di una ingegnera ambientale, Vania Erby, che ha dato il via alle bonifiche creando il comitato che oggi conta 40 appartenenti.
Il comitato denominato “Bambini che piantano alberi” di cui potete seguire le gesta nell’omonima pagina Instagram.