Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Musei cagliaritani: tante prenotazioni nella prima settimana di riapertura

Fonte: Vistanet Cagliari
20 gennaio 2021

Musei cagliaritani: tante prenotazioni nella prima settimana di riapertura

Nonostante la pochissima pubblicità dovuta all'incertezza della zona gialla fino all'ultimo e l'apertura di lunedì, abitualmente giorno di chiusura, ieri i cagliaritani hanno dimostrato di avere voglia di godersi nuovamente le visite al museo

  
Ingressi contingentati, possibilmente su prenotazione, distanziamento, mascherina, disinfezione delle mani e percorsi segnati sul pavimento. Queste le regole per visitarli, ma non tutti sapevano che i musei sarebbero stati aperti da ieri. Infatti di norma i musei sono chiusi il lunedì.

Ma l’ultimo Dpcm che ne consente l’apertura dal 18 gennaio, stabilisce che invece rimangano chiusi il sabato e la domenica, giorni da sempre dedicati proprio a questo genere di attività. Forse anche per questo i più importanti musei della città ieri hanno aperto le porte a un numero di visitatori che non si aspettavano.

«Non abbiamo potuto fare tanta pubblicità – spiegano dalla biglietteria dell’Archeologico – perché fino all’ultimo non avevamo la certezza di riaprire, visto che c’erano dei dubbi sul colore che sarebbe stato assegnato alla Sardegna, ma nonostante questo, oggi che è lunedì, nel pomeriggio sono venuti diversi visitatori e stiamo ricevendo le prenotazioni per i prossimi giorni».

Anche i Musei Civici registrano un numero di visitatori superiore alle aspettative, in particolare a Palazzo di Città dove la mostra “Icons” su Steve McCurry è stata la più visitata della giornata. La retrospettiva del grande fotografo che si sarebbe dovuta chiudere il 10 gennaio è stata prorogata fino al 31 marzo.

I musei erano chiusi dal 6 novembre e dicembre di solito è un mese in cui si registra un numero particolarmente altro di visite, specie durante le feste. Nella Galleria Comunale d’Arte si sono presentati 12 visitatori mentre 28 hanno deciso di vedere la mostra fotografica di McCurry. Visto che i musei per ora apriranno solo nelle giornate lavorative, Palazzo di Città resterà aperto fino alle 21.30 per consentire anche ai lavoratori di accedere durante la settimana, non era possibile estendere oltre l’orario visto il coprifuoco delle 22, ancora in vigore.

«Venerdì a Palazzo di Città, abbiamo il pomeriggio completamente impegnato dalle prenotazioni – fanno sapere dai musei Civici – e siamo fiduciosi che nei prossimi giorni arriveranno altre prenotazioni. La gente ha voglia di tornare nei musei. I numeri registrati ieri, se consideriamo che non abbiamo mai aperto di lunedì e che non è stato possibile pubblicizzare l’apertura per motivi di tempo, possiamo ritenerci soddisfatti».

Secondo l’ultimo Dpcm, i musei possono accogliere i visitatori solo in numero contingentato, è quindi importante prenotare la visita perché se ci si presenta senza prenotazione occorre attendere che prima entrino le persone che hanno prenotato, per tutte le informazioni basta andare nelle pagine social o nei siti dei centri museali.