Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

“No alle scorie nucleari in Sardegna”: petizione raccoglie 40mila firme in due giorni

Fonte: Vistanet Cagliari
8 gennaio 2021

“No alle scorie nucleari in Sardegna”: petizione raccoglie 40mila firme in due giorni

Il 5 gennaio la Sogin ha pubblicato la carta nazionale delle aree potenzialmente idonee ad ospitare depositi di scorie nucleari. 14 su 67 siti individuati si trovano in Sardegna tra le province di Oristano e del Sud Sardegna.


  
Sono più di 40mila le firme raccolte negli ultimi due giorni contro un eventuale deposito di scorie nucleari in Sardegna.

“No alle scorie nucleari in Sardegna”, questo il titolo della petizione lanciata su Change.org da Letizia Cappai e sottoscritta già da tantissime persone.

«Ancora una volta la Sardegna è stata scelta come deposito delle scorie nucleari – si legge nel testo dell’appello online -. Non è accettabile! Ne va della salute di uomini, donne e bambini. Vogliono devastare ancora una volta la nostra natura e la nostra splendida isola. Non lo permetteremo! La Sardegna non è una discarica ma una terra meravigliosa che va preservata. Aiutateci in questa battaglia!! Questa non è una battaglia solo Sarda ma di tutte quelle persone che vogliono un mondo migliore. Un mondo migliore da lasciare ai nostri figli e nipoti».

Il 5 gennaio la Sogin ha pubblicato la carta nazionale delle aree potenzialmente idonee ad ospitare depositi di scorie nucleari. 14 su 67 siti individuati si trovano in Sardegna tra le province di Oristano e del Sud Sardegna.

Si tratta di una mappa basata su criteri tecnici, quindi non c’è ancora nessuna decisione politica a riguardo, ma la politica e l’opinione pubblica dell’Isola hanno già espresso in blocco il loro forte parere contrario. Lo stesso presidente Christian Solinas ha ribadito con fermezza la posizione contraria della sua Giunta così come del popolo sardo.