Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Sant’Avendrace si rifà il look: tanto verde, nuovi alloggi, un canile e rivoluzione della viabilità

Fonte: Vistanet Cagliari
9 dicembre 2020

Sant’Avendrace si rifà il look: tanto verde, nuovi alloggi, un canile e rivoluzione della viabilità
 

La riqualificazione era stata promossa nel 2018 da parte della Giunta precedente guidata da Massimo Zedda grazie a un finanziamento del bando periferie ed è stata portata avanti dall'esecutivo guidato da Paolo Truzzu.


Un nuovo look per il quartiere di Sant’Avendrace. La scommessa parte dalla valorizzazione dell’area parco di San Paolo, con una mega oasi verde a ridosso della laguna di Santa Gilla realizzata mediante un accordo con i privati, sino ad arrivare alle porte di Cagliari.

Un intervento di grande rilievo come spiega il presidente del Consiglio comunale Edoardo Tocco: «Sarà una svolta per il rione attorno al viale Sant’Avendrace, con una rivoluzione che riguarderà l’intero tassello all’ingresso del capoluogo isolano. L’area attorno a San Paolo diventerà un mega parco con aree sportive e spazi dedicati al tempo libero. È prevista la costruzione di nuovi alloggi abitativi al posto del vecchio mattatoio».

La riqualificazione era stata promossa nel 2018 da parte della Giunta precedente guidata da Massimo Zedda grazie a un finanziamento del bando periferie ed è stata portata avanti dall’esecutivo guidato da Paolo Truzzu.

Non più periferia isolata, insomma. «Grazie a questo progetto il rione di Sant’Avendrace mira a diventare una delle vie commerciali più importanti della città, ridando linfa vitale all’economia del viale d’ingresso del capoluogo – spiega il responsabile dell’aula di palazzo Bacaredda, che ha portato al coinvolgimento di tutte le forze politiche presenti nell’emiciclo – attraverso la realizzazione di percorsi pedonali e di nuovi spazi verdi che restituiranno un volto nuovo al quartiere. Un programma che prevede il rifacimento dei marciapiedi e della viabilità, con un itinerario più snello che porterà il quartiere a diventare una vera e propria passeggiata sino alla via Roma. Un cantiere aperto, con la chiesa dedicata al patrono del rione che sarà rivitalizzata grazie alle opere di restauro, accogliendo nuovamente i fedeli nel giro di pochi mesi. Il caseggiato della circoscrizione si trasformerà in un punto di riferimento costante per l’intera area».


All’interno del disegno anche il trasferimento del vecchio canile municipale sulla via Po, con una nuova fruizione per i cittadini: «Stiamo individuando una nuova zona per la realizzazione della casa degli amici a quattro zampe. La struttura sarà destinata – conclude Tocco – ad un polmone con percorsi di agility dog e appassionati cinofili, spazi per lo svago».