Rassegna Stampa

web Castedduonline.it

Fdi: “La sinistra ha lasciato Cagliari sommersa di rifiuti. Noi stimo rimediando”

Fonte: web Castedduonline.it
17 giugno 2020

Fdi: “La sinistra ha lasciato Cagliari sommersa di rifiuti. Noi stimo rimediando”

“Avete lasciato una città sommersa letteralmente dai rifiuti, con un sistema totalmente sbagliato. Noi abbiamo dovuto metterci mano –con grande difficoltà- e correggere i vostri disastri”

Scontro in consiglip comunale sui rifiuti. Fdi, il partito del sindaco Truzzu e dell’assessore all’Igiene urbana Guarracino, replica al Pd che 2 giorni fa ha attaccato la giunta sui cumili di spazzatura sparsi in città.

“Leggiamo con stupore il Vostro comunicato stampa sul tema della raccolta dei rifiuti, e ci teniamo a fare chiarezza sull’argomento”, scrivono i consiglieri Fdi in aula, “avete lasciato una città sommersa letteralmente dai rifiuti, con un sistema totalmente sbagliato. Noi abbiamo dovuto metterci mano –con grande difficoltà- e correggere i vostri disastri. Oggi possiamo dire che le cose siano nettamente migliorate e che ci sia ancora molto da lavorare.

Se poi ritenete, che situazioni come quelle di Sant’Elia (o Is Mirrionis, San Michele, Santa Teresa, Mulinu Becciu, quartieri da voi citati e dimenticati) si possano risolvere semplicemente mandando i camion per portare via i cumuli, dimostrate di aver perso qualsiasi contatto con i quartieri più difficili di Cagliari, dove la questione non è solamente igienico-sanitaria ma sociale. E infatti siete sempre più distanti dalle persone comuni.

Un sistema di raccolta, messo in campo dalla precedente amministrazione, che ha calato dall’alto un servizio di raccolta rifiuti, scaricando la responsabilità sui cittadini senza istruzioni e coinvolgimento.

Vi ricordiamo che in meno di un anno l’attuale amministrazione ha: intensificato la frequenza della raccolta dei rifiuti abbandonati, pianificato un sistema di videosorveglianza capillare che entro poco tempo sarà pienamente operativo, eliminato gran parte dei bidoni, perennemente esposti in centro storico, col potenziamento della corriera ecologica, portato a compimento l’Ecocentro di Sant’Elia (non si può far partire un sistema di raccolta porta a porta, non avendo realizzato alcun Ecocentro),  appaltato l’Ecocentro di via San Paolo e recuperato ulteriori risorse per la progettazione e la realizzazione di due nuovi Ecocentri e ristabilito un rapporto con i cittadini basato sull’ascolto, sul supporto e sulla comunicazione.

 

La superficialità con la quale avete avviato il sistema, ha creato danni per i quali occorre in alcuni casi ripartire da zero.

 

La precedente amministrazione non ha ascoltato gli amministratori condominiali e le attività commerciali, imponendo mastelli senza preoccuparsi minimamente di come questi potessero essere gestiti. Un disastro completo.

 

L’attuale Amministrazione ha, in pochissimi mesi, rafforzato i controlli sul recupero e sull’evasione della Tari, che permetterà la diminuzione dell’attuale Tariffa .

Gli accertamenti istruiti, hanno portato circa 3 milioni di euro nelle casse Comunali in soli tre mesi attività (ottobre/dicembre 2019).

Nel periodo precedente al Covid sono stati istruiti nuovi accertamenti per complessivi 706 mila euro.

Noi abbiamo fatto in pochi mesi quello che voi non avete fatto mai. E lo abbiamo fatto con il dialogo e il costante lavoro con i residenti”.