Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Cagliari calcio, Gigi Riva: «Questi ragazzi hanno la grinta e lo spirito che avevamo noi»

Fonte: Vistanet Cagliari
19 dicembre 2019


Cagliari calcio, Gigi Riva: «Questi ragazzi hanno la grinta e lo spirito che avevamo noi»
Un fascino che dura da cinquant’anni, quando il suo Cagliari vinse lo scudetto, lui, il Gigi Riva nazionale, è il primo tifoso rossoblù, poche parole, ma tanto riguardo per la terra che lo ha orgogliosamente adottato e tanta stima per la squadra che oggi sta facendo nuovamente vibrare gli animi dei sardi come nell'ormai lontano 1970.


  
Ha bisogno di poche presentazioni, Gigi Riva, il campione d’Europa e vice campione del mondo, capocannoniere azzurro con 35 reti e indiscusso bomber rossoblù dello scudetto e di tutti i tempi.

È lui è il primo tifoso del Cagliari, il numero 11 più forte al mondo, uomo schivo e riservato, segue le vicissitudini del Cagliari, quella squadra che cinquant’anni fa lo ha reso uomo e idolo, quella squadra che lui è riuscito a portare in paradiso.

Gigi Riva

È ora di cena, voce squillante, poche chiacchiere e veniamo subito al dunque: “Non farmi l’interrogatorio però eh”, esordisce Gigi con un timido sorriso. “Farò la brava”, rispondo con un briciolo d’imbarazzo.

Gigi cosa pensa di questo Cagliari?

È un buon Cagliari, è una squadra ben organizzata con un bel gioco. Sta affrontando il campionato nel modo migliore in una stagione davvero importante. Io in questi ragazzi ritrovo la grinta, lo spirito di squadra e la voglia di fare bene che avevamo anche noi.

Un Cagliari oltre le aspettative …

È chiaro che più si fanno punti e più si hanno ambizioni. Il Cagliari deve essere ambizioso, ma deve tenere i piedi ben saldi per terra.

Maran è un buon tecnico per questa squadra?

Un allenatore che fa questi risultati, che porta a casa dei punti non può che essere un ottimo tecnico ed è anche una persona perbene e molto educata.



A Cagliari si respira aria di festa, simile a quella che lei ha vissuto in prima persona.

Non potrebbe essere diversamente, la squadra sta regalando grandi soddisfazioni ai propri tifosi ed è giusto i tifosi ricambino con l’affetto e l’entusiasmo e l’amore che stanno dimostrando di avere per questi colori.

Com’è cambiata Cagliari in questi anni?

È cambiata la città, è più caotica, troppo traffico, ma io ormai esco poco e quando esco noto che non è cambiato l’affetto della gente e la genuinità di questa terra.

Il documentario sulla sua vita, il premio Davide Astori e infine la presidenza onoraria del Cagliari Calcio.

Tutto questo mi riempie di orgoglio, non posso che esserne onorato. La presidenza onoraria è un grande regalo che mi ha voluto fare la società e il presidente Giulini, io per questo lo ringrazio.

Va bene, Gigi e allora?

Allora cosa vuoi che ti dica: Forza Cagliari.