Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Cagliari, il Museo Archeologico eccellenza tra le eccellenze: ora è Museo dall’autonomia speciale

Fonte: Vistanet Cagliari
4 dicembre 2019


Cagliari, il Museo Archeologico eccellenza tra le eccellenze: ora è Museo dall’autonomia speciale
Museo Archeologico Nazionale Cagliari – I giganti di Mont’e Prama
Il ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini lo ha comunicato oggi al sindaco Paolo Truzzu auspicando anche una grande valorizzazione dei Giganti di Mont'e Prama


Nel pomeriggio di oggi, martedì 3 dicembre, il ministro della Cultura Dario Franceschini ha confermato, con una telefonata al sindaco Paolo Truzzu, la notizia secondo cui il Museo archeologico di Cagliari diventa museo dall’autonomia speciale e dunque andrà a far parte delle grandi eccellenze nazionali.

I musei con autonomia speciale sono dotati di autonomia scientifica, finanziaria, contabile ed organizzativa e sono costituiti da direttore, CDA, comitato scientifico e collegio dei revisori dei conti. Gli organi apicali garantiscono lo svolgimento della missione del museo, ne verificano l’economicità, l’efficienza e l’efficacia delle attività e controllano la qualità scientifica dell’offerta culturale e delle pratiche di conservazione, fruizione e valorizzazione dei beni in consegna al museo. La composizione degli organi collegiali è determinata nel rispetto dell’equilibrio tra i generi.

Gli altri musei dotati di autonomia speciale in Italia sono la Galleria Borghese, le Gallerie degli Uffizi, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, le Gallerie dell’Accademia di Venezia, il Museo di Capodimonte, la Pinacoteca di Brera, la Reggia di Caserta, la Galleria dell’Accademia di Firenze, la Galleria Estense di Modena, la Galleria Nazionale d’arte antica di Roma, il Museo Nazionale del Bargello, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto, il Parco archeologico di Paestum, il Palazzo Ducale di Mantova, il Palazzo Reale di Genova, il Polo Reale di Torino, la Galleria Nazionale delle Marche e la Galleria Nazionale dell’Umbria. Restano dotate di autonomia speciale anche la Soprintendenza speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’area archeologica di Roma e la Soprintendenza speciale per Pompei, Ercolano e Stabia.

Il sindaco, nel ringraziare il ministro, ha sottolineato che «ci sono le basi per una collaborazione molto proficua, Cagliari e la Sardegna hanno enormi potenzialità». Il ministro Franceschini ha rimarcato l’idea di investire risorse importanti per valorizzare al massimo i Giganti di Mont’e Prama.


«Un ringraziamento particolare – ha affermato Polo Truzzu – va al gruppo di lavoro che in questi anni ha gestito il Museo archeologico. Un team che ha proposto una Sardegna inedita e dal taglio internazionale, con eccellenti risultati di critica e pubblico».

Un bando internazionale apposito sceglierà un nuovo direttore che farà crescere ulteriormente il museo.

«Sarà opportuno guardare alle grandi esperienze senza tralasciare chi, tra i sardi, si è fatto apprezzare per il duro lavoro sul campo. Continuerò a lavorare – ha concluso il sindaco Truzzu – perché Cagliari abbia un sistema museale integrato e innovativo, che unisca passato e contemporaneo. La città si presta a mettere insieme qualità della vita, eventi culturali, ricerca e innovazione.
Con la cultura possiamo creare posti di lavoro e fare benessere sociale».