Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Mezza maratona “Crai Cagliari Respira”: vittoria per lo spagnolo Chakib Lachkar

Fonte: Vistanet Cagliari
2 dicembre 2019


Mezza maratona “Crai Cagliari Respira”: vittoria per lo spagnolo Chakib Lachkar
Paolo Truzzu con Paolo Serra il medico che organizza la maratona
Vittoria senza diritto di replica per l'atleta marocchino, naturalizzato spagnolo, che ha sfoderato una grande prestazione e battuto i favoriti annunciati.

  
Hanno partecipato quasi in 3mila, pronti a dare vita ai tre eventi della “Crai Cagliari Respira”. In 1000 hanno conteso il primato ai campioni del 2018 Said Boudalia e Claudia Pinna nella gara regina della mezza maratona. Gli altri 2mila si sono divisi tra la SeiKilometri e alla KaraliStaffetta, le altre due gare in programma.

Una gara che sin dai primi chilometri ha visto imporsi prepotentemente il sorprendente Chakib Lachkar, 1h06’31”. Il classe 1989 è uno specialista dei 3000 siepi ma si sta facendo notare negli ultimi anni anche nelle gare su strada. «Sono molto contento della mia gara», ha dichiarato il vincitore. «Non avrei potuto fare di meglio, avendo corso in solitario sin dal primo chilometro». Sono stati infatti distanziati da subito il favorito della vigilia Said Boudalia, 1h09’49”, vincitore delle ultime otto edizioni, e Pasquale Rutigliano, 1h10’29”, rispettivamente secondo e terzo al traguardo.


Tra le donne, già da metà gara si è trattato di una splendida battaglia a due tra Nicolina Sustic e Claudia Pinna, che hanno distanziato le altre per contendersi la vittoria. È la Sustic ad avere la meglio alla fine, in 1h18’00”, seguita dalla sarda pentacampionessa dell’evento Claudia Pinna, 1h18’46”. Terzo posto per la sassarese Manuela Manca, della Cagliari Atletica leggera, in 1h20’55”, che al traguardo si è dichiarata contenta del risultato nonostante il forte vento che ha condizionato la gara.

 

Tra gli iscritti alla SeiKilometri di oggi anche il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, presente in tenuta sportiva alla partenza ma che non ha preso parte alla gara, e l’assessore allo sport del capoluogo sardo Paolo Spanu, che ha portato a termine il percorso per “dimostrare che anche un sessantenne può tenersi in forma”, come aveva precedentemente affermato in conferenza stampa.