Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Raffica di controlli alla Marina: polizia e carabinieri in piazza Dettori, San Sepolcro e Sant’Eulal

Fonte: Vistanet Cagliari
28 ottobre 2019

I controlli di polizia e carabinieri si sono concentrati nelle zone della Marina maggiormente frequentate: sotto setaccio diversi ristoranti, veicoli in transito nonostante la ztl, frequentatori di note piazze del quartiere, consumatori di bevande alcoliche dopo l'orario consentito
27 Ottobre 2019 16:14 La Redazione

Anche questo fine settimana sono proseguiti i servizi di presidio e di controllo da parte della Polizia Locale e dei Carabinieri, nei quartieri del centro storico cittadino dove maggiormente si concentra la movida. Le attività di controllo proseguiranno costantemente con appositi servizi pianificati secondo una precisa programmazione predisposta dai Comandi dell’Arma del Carabinieri e della Polizia Locale al fine di consentire che il centro storico cagliaritano assuma piena decorosità anche ai fini di un sempre miglior apprezzamento da parte dei cittadini e del gran numero di turisti che visitano la città.

Attraverso la presenza dei militari dell’Arma e del personale della Municipale nel quartiere Marina ed in particolare nelle piazze Dettori, San Sepolcro e Sant’Eulalia è stato possibile contrastare quei comportamenti di alcuni gruppi di frequentatori delle piazze che spesso si lasciano andare a comportamenti contrari ad una decorosa vivibilità del quartiere. Gli uomini e le donne in servizio hanno controllato diverse attività di ristorazione constatando che 4 esercizi non avevano rispettato l’occupazione concessa dello spazio pubblico antistante l’esercizio; per loro è scattata la sanzione amministrativa.

Diversi i veicoli sanzionati per essere entrati nella zona vietata alla circolazione. Inoltre sono stati elevati 5 verbali ad altrettante persone che consumavano bevande alcoliche nella pubblica via dopo le ore 22.00 nonostante il divieto previsto dell’ordinanza sindacale n. 30/2019; i trasgressori dovranno pagare una sanzione di 50 € ognuno.