Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Città metropolitana di Cagliari, 3 milioni per l’accesso di persone svantaggiate nel mondo del lavor

Fonte: Vistanet Cagliari
16 ottobre 2019



Città metropolitana di Cagliari, 3 milioni per l’accesso di persone svantaggiate nel mondo del lavoro
La Città Metropolitana interviene con l'obiettivo di sostenere l'ingresso e la permanenza nel mercato del lavoro delle persone svantaggiate e con gravi difficoltà, allo scopo di ridurre i rischi di emarginazione, esclusione sociale e precariato, di promuovere una più consapevole cultura dell'inclusione e favorire l'inserimento lavorativo attraverso interventi di sostegno ai destinatari delle misure stesse.


  
La Città Metropolitana di Cagliari destinerà quasi 3 milioni di euro a progetti per l’inserimento e l’inclusione nel mondo del lavoro di persone svantaggiate, tra cui detenuti, disabili e affetti da dipendenze.

IL BANDO – I criteri per l’assegnazione delle risorse, pari complessivamente a 2 milioni e 975 mila euro – previste dal ‘Patto per lo Sviluppo della Città Metropolitana di Cagliari’ e finanziate attraverso il Fondo per lo Sviluppo e la Coesione – sono contenuti nel bando pubblico ‘I.SO.LA – Inclusione Sociale Lavoro’, che ha ad oggetto la selezione di ‘Progetti in materia di inclusione sociale di persone svantaggiate – attuazione di interventi per la lotta a tutte le forme di discriminazione, in particolare per l’accesso e per la permanenza nel mercato del lavoro e per la vita sociale’.

L’OBIETTIVO – La Città Metropolitana interviene con l’obiettivo di sostenere l’ingresso e la permanenza nel mercato del lavoro delle persone svantaggiate e con gravi difficoltà, allo scopo di ridurre i rischi di emarginazione, esclusione sociale e precariato, di promuovere una più consapevole cultura dell’inclusione e favorire l’inserimento lavorativo attraverso interventi di sostegno ai destinatari delle misure stesse. «La Città Metropolitana persegue la realizzazione delle condizioni più favorevoli ad uno sviluppo sociale, economico e culturale di tutta la collettività, dunque anche delle persone più svantaggiate – spiega il sindaco Metropolitano Paolo Truzzu – e con questi progetti vogliamo favorire l’inserimento nel mercato del lavoro e nella vita sociale di quei soggetti che altrimenti sarebbero discriminati».



DESTINATARI – I progetti presentati potranno riguardare percorsi di inserimento socio lavorativo o percorsi di creazione d’impresa e auto imprenditorialità, e sono destinati a tre tipologie di soggetti: detenuti, ex detenuti o soggetti a misure alternative al carcere; persone con disabilità fisica, psichica e sensoriale; persone affette, al momento o in passato, da una dipendenza. A ciascuna delle tre categorie è attribuita una quota di risorse. Tutti i destinatari devono essere non occupati, residenti o domiciliati nell’area della Città Metropolitana e maggiori di 16 anni che abbiano completato la scuola dell’obbligo. L’importo ammissibile a finanziamento non potrà superare i 320 mila euro per progetto. Ogni progetto avrà una durata di 12 mesi.

SOGGETTI ATTUATORI/BENEFICIARI – La domanda di partecipazione per l’attuazione del progetto può essere presentata da cooperative, associazioni, enti di volontariato, imprese profit, imprese sociali e non profit, strutture che svolgono servizi sociali ed assistenziali.

MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE – Gli interessati in possesso dei requisiti richiesti dovranno far pervenire la domanda di ammissione e tutta la documentazione entro le ore 13,00 del 15 novembre 2019, esclusivamente a mezzo PEC. Il bando e la modulistica sono disponibili nella sezione ‘Bandi di gara, esiti, avvisi’ del sito della Città Metropolitana di Cagliari all’indirizzo https://www.cittametropolitanacagliari.it/.