Rassegna Stampa

web sardiniapost.it

Lavoras, risorse per i nuovi cantieri: stanziati 32 milioni di euro ai Comuni

Fonte: web sardiniapost.it
24 settembre 2019


Lavoras, risorse per i nuovi cantieri: stanziati 32 milioni di euro ai Comuni

Arrivano nuove risorse destinate ai Comuni per l’attivazione di nuovi cantieri di lavoro e contrastare la disoccupazione. La Giunta, su proposta dell’assessora al Lavoro, Alessandra Zedda, ha stanziato 32 milioni di euro, per il programma Lavoras. I fondi verranno assegnati ai Comuni sulla base di una graduatoria, che tiene conto dei dati di ogni amministrazione, sulla disoccupazione e sul tasso di spopolamento rispetto alla media regionale. Le risorse potranno essere utilizzate per interventi immediati, focalizzati sulle tematiche di ambiente, dissesto idrogeologico, valorizzazione delle aree archeologiche e degli attrattori culturali,  decoro urbano, catasto, reti tecnologiche ed efficienza amministrativa.

“La novità di questo provvedimento sta nel fatto che saranno riconfermati anche i cantieri degli anni precedenti che consentiranno ai Comuni il completamento dei lavori iniziati. L’elemento positivo è anche rappresentato dal turnover dei beneficiari disoccupati che si alterneranno nei lavori” – ha sottolineato Zedda. La misura individua quali soggetti attuatori gli enti locali, singoli o associati e attraverso le Unioni dei Comuni, al fine di realizzare cantieri lavoro e rafforzare i processi territoriali di sviluppo e salvaguardia dei beni comuni attraverso la tutela del patrimonio di tutto il territorio regionale.

Il provvedimento è finalizzato in primo luogo a dare una risposta concreta per contrastare l’alto tasso di disoccupazione di coloro che registrano un basso livello di occupabilità e si propone di rafforzare i processi territoriali di sviluppo e salvaguardia dei beni comuni attraverso la tutela del patrimonio di tutto il territorio regionale. Nel documento approvato, l’esponente della Giunta Solinas, ha rappresentato la necessità€ di snellire il procedimento amministrativo, per dare immediato avvio ai nuovi cantieri, anche accogliendo le istanze rappresentate dai soggetti attuatori, poiché ad oggi, sia a causa di un procedimento farraginoso sia per la natura della fonte di finanziamento, risultano non ancora avviati un numero importante di cantieri.