Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

(Dopo Truzzu anche il sindaco di Samassi pubblica le foto di un incivile che getta i rifiuti in str

Fonte: Vistanet Cagliari
10 settembre 2019


(Dopo Truzzu anche il sindaco di Samassi pubblica le foto di un incivile che getta i rifiuti in strada
Samassi: il sindaco Enrico Pusceddu pubblica la sequenza dei rifiuti abbandonati da un incivile in mezzo alla strada10 
«Le abbiamo provate tutte per dissuadere gli irresponsabili cittadini dal compiere questi gravi gesti contro l’ambiente, il decoro e la salute pubblica - spiega Pusceddu -. Il caso del marciapiede dinnanzi il nostro ecocentro comunale, bonificato mille volte e altrettante imbrattato, è emblematico. Sensibilizzazione, lavori nella scuole, richiamo al senso civico, videosorveglianza e multe paiono non essere ancora sufficienti».

  
Dopo le foto pubblicate dal sindaco di Cagliari Paolo Truzzu che ritraggono un incivile che getta rifiuti in strada, anche il sindaco di Samassi Enrico Pusceddu ha voluto fare lo stesso.

Il primo cittadino campidanese ha così reso pubbliche le sequenze di un uomo che si ferma a bordo strada e abbandona, davanti all’ecocentro, diversi rifiuti pesanti, tra cui uno semprerebbe un vecchio scaldabagno.
Guarda la gallery

Samassi: il sindaco Enrico Pusceddu pubblica la sequenza dei rifiuti abbandonati da un incivile in mezzo alla strada10 
«Le abbiamo provate tutte per dissuadere gli irresponsabili cittadini dal compiere questi gravi gesti contro l’ambiente, il decoro e la salute pubblica – spiega Pusceddu -. Il caso del marciapiede dinnanzi il nostro ecocentro comunale, bonificato mille volte e altrettante imbrattato, è emblematico. Sensibilizzazione, lavori nella scuole, richiamo al senso civico, videosorveglianza e multe paiono non essere ancora sufficienti».



«Non ci rimane che dimostrare pubblicamente che i trasgressori continuano a essere colti in flagranza di reato (perché è un reato) e sanzionati pesantemente – continua il sindaco samassese -. L’auspicio è che il condividere apertamente ciò che accade diventi un severo monito a chi ancora non ha capito che la Comunità non può continuare a farsi carico della loro irresponsabilità. La tutela del bene pubblico passa dal rispetto delle regole di cui ognuno deve farsi portatore, se questo non avviene è inevitabile che arrivi la giusta sanzione».«Le abbiamo provate tutte per dissuadere gli irresponsabili cittadini dal compiere questi gravi gesti contro l’ambiente, il decoro e la salute pubblica – spiega Pusceddu -. Il caso del marciapiede dinnanzi il nostro ecocentro comunale, bonificato mille volte e altrettante imbrattato, è emblematico. Sensibilizzazione, lavori nella scuole, richiamo al senso civico, videosorveglianza e multe paiono non essere ancora sufficienti».