Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Cagliari: è allarme nelle periferie, invase dalle discariche abusive Guarda la gallery

Fonte: Vistanet Cagliari
6 settembre 2019

 

 Cagliari: è allarme nelle periferie, invase dalle discariche abusive

Oggi abbiamo fatto un giro in alcune delle zone più periferiche di Cagliari e abbiamo constatato il numero crescente di discariche (abusive) a cielo aperto. Una situazione imbarazzante, dove in molti casi sono visibili i segni dei roghi dei rifiuti. Per rendere questo racconto meno pesante ci siamo concessi un po' di ironia. Le immonde discariche diventano così, con un po' di fantasie, delle "opere artistiche" di indiscutibile bruttezza. Scopriamo insieme .

  
Se siete indignati dai cumuli di rifiuti abbandonati in città, spostandosi nella periferia di Cagliari la situazione è ancora più drammatica. Qui ai bordi delle strade è sempre più frequente notare sacchetti di immondizia o altri tipi di rifiuti. Ma basta osservare alcune aree verdi o addentrarsi in qualche stradina sterrata per scoprire discariche a cielo aperto in espansione.

E qui che gli incivili hanno creato questi scempi, in mezzo ai canneti, agli arbusti o direttamente nei canali. Attingendo a piene mani dal proprio “quoziente intellettivo” – sempre se rilevabile – hanno dato sfogo alla propria vena artistica creando immonde “opere”. Siamo andati a fare un giro per raccontarvi alcune di queste ignobili opere frutto dell’inciviltà dilagante.

La “natività del rifiuto”

Se passate nella strada sterrata dopo via San Simone, in zona Santa Gilla, potrete ammirare, in mezzo ad una discarica dalle discrete dimensioni, una carrozzina. All’interno posti con “amore materno” due sacchetti pieni di immondizia. L’opera la intitoleremo la “natività del rifiuto” eleggendola a simbolo dei cumuli di rifiuti di ogni genere ai bordi della strada. Qui si possono trovare pezzi di auto, mobili d’arredo di ogni tipo, calcinacci, e vecchi oggetti con immondizia di ogni genere avvolta in sacchetti di plastica. Cumuli di questi risultano bruciati, in modo da regalare alla popolazione “salutari” esalazioni.
Guarda la gallery

Cagliari: è allarme nelle periferie, invase dalle discariche abusive22 
I “materassi gonfiabili”

In via dell’Agricoltura, dietro a cumuli di terra mischiati ad ogni cosa, si cela un acquitrino dalle “verdi” acque. Qui tra i vari rifiuti, spiccano “i materassi gonfiabili”. In una vita precedente dei normali giacigli, trasformati in strumenti galleggianti nella pozza d’acqua, dal “genio” incivile. Anche nella zona, immancabili, i roghi “propiziatori” di rifiuti, da non confondere con altri focolari di fortuna di altre antiche “attività” notturne.



Il “mostro della discarica”

In una strada parallela di Viale Elmas, potete provare il “brivido” di incontrare una strana creatura. Dai colori sgargianti, a guardia della discarica abusiva, un’enorme piovra. Con i suoi possenti tentacoli “il mostro della discarica” non si fa sottrarre i nauseabondi sacchetti di immondizia. Un tempo era un pupazzo, poi l’habitat lo ha alterato facendolo diventare una sorta di Godzilla. Quindi state in guardia, se vi trovate nei paraggi.
Guarda la gallery

Cagliari: è allarme nelle periferie, invase dalle discariche abusive22 
“L’arco del rifiuto”

Chiudiamo con un’opera che si può osservare ai bordi di Viale Elmas, realizzata per esaltare l’idiozia umana. Sembra giusto denominare così questo ingresso di un terreno abbandonato, caratterizzato da un arco in mattoni, nei quali dei “vandali” hanno pensato bene di gettare i rifiuti.

Una situazione allarmante quella delle discariche nella periferia di Cagliari, che dimostra l’assoluta inciviltà di tante persone. Necessita un rapido intervento e gli opportuni rimedi da parte delle istituzioni preposte, per fermare il dilagare di queste discariche. Allo stesso tempo il dovere per la collettività di segnalare le zone colpite dagli incivili, in quanto rappresentano un pericolo per l’ambiente e per la popolazione.

Roberto Anedda