Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Connect 2019: i big dell’aviazione europea si incontrano a Cagliari e gli operatori si innamorano de

Fonte: Vistanet Cagliari
7 giugno 2019

 Connect 2019: i big dell’aviazione europea si incontrano a Cagliari e gli operatori si innamorano della città
75 compagnie aeree, 250 aeroporti: questi i numeri di Connect 2019. A Cagliari nella splendida cornice del Bastione Saint Remy si confrontano, contrattano e sviluppano nuove strategie commerciali 600 operatori del settore, e una volta vista la città in tanti hanno deciso di prolungare la permanenza.

     
È cominciata ieri la tre giorni europea dedicata allo sviluppo delle rotte aeree nel Vecchio Continente. Il forum è ospitato nella bellissima Passeggiata Coperta del Bastione Saint Remy, riaperta al pubblico per l’occasione. L’obiettivo di Connect è quello di mettere in contatto compagnie aeree e società di gestione, per attivare nuove collaborazioni, favorire l’apertura di nuove rotte aeree e creare le condizioni per lo sviluppo organico e sostenibile del traffico passeggeri in Europa.


L’evento è frutto della collaborazione tra l’Aeroporto di Cagliari, la Regione Autonoma Sardegna e il Comune di Cagliari. Inaugurato ieri dall’Assessore regionale del Turismo Giovanni Chessa, il  presidente della Camera di Commercio di Cagliari Maurizio De Pascale, Gabor Pinna e Alberto Scanu, rispettivamente presidente e amministratore delegato SOGAER. Nello spazio suggestivo della Passeggiata Coperta da cui gli operatori possono godere di una splendida vista, sono state allestite aree apposite in cui si svolgono meeting formativi e contrattazioni “one-to-one” incontri diretti frontali tra operatori e società di gestione. Incontri a tempo di circa 30 minuti durante i quali possono nascere accordi commerciali.

 

In questo contesto Cagliari è diventata, insieme all’intera Isola una vetrina importante, per questo il programma ha coinvolto gli operatori in una serie di attività parallele, finalizzate a far conoscere la città e le sue bellezze: un giro per i quartieri storici sul sellino di una Vespa o su un’Ape-calessino. Oppure una visita al Parco delle Saline, alla spiaggia del Poetto. Alcuni hanno scelto i vini sardi e hanno fatto rotta sulle Cantine Su’Entu di Sanluri, gli appassionati di archeologia hanno visitato Barumini, gli avventurosi hanno provato lo sky-diving nei cieli sardi. « Il nostro obiettivo è quello di convincere più compagnie aeree a operare con noi – ha affermato David Crognaletti, Direttore Commerciale di Sogaer- creare nuove stagionalità, vogliamo portare la gente a scoprire aspetti poco conosciuti e poco esplorati di questa terra, sport, natura, trekkink, biking, e l’immenso patrimonio archeologico, uno degli aspetti legati al turismo ancora da sviluppare».


Crognaletti ha poi raccontato di aver attivato tavoli tecnici con l’Assessore ai Trasporti della Regione e soprattutto con quello al Turismo, per focalizzare l’attenzione non soltanto sui i nuovi mercati legati al breve medio periodo, ma anche quelli del lungo periodo. «Puntiamo a uscire dal clichè turistico legato esclusivamente al mare- ha dichiarato il Direttore Commerciale di Sogaer – pensiamo al patrimonio archeologico di cui fanno parte peculiarità come i Giganti di Mont’e Prama che costituiscono un unicum a livello mondiale».

Connect 2019 ha allestito un stand tecnologico innovativo: «Abbiamo uno stand fantastico, con una parte digitale che forse per la prima volta viene mostrata a una platea internazionale – dice soddisfatto Crognaletti- dove gli ospiti possono già vivere un percorso immaginario che abbiamo creato per un turista potenziale che oggi è qui in veste di tecnico, ma che sta scoprendo la città, il territorio circostante e deciderà di tornare.

Molti dei partecipanti infatti hanno trovato così affascinante la città che hanno deciso di trattenersi oltre il forum e si faranno raggiungere dalla famiglia per trascorrere qui una intera vacanza». Questa sera al Convento di San Giuseppe si terrà una cena di gala durante la quale saranno sorteggiati 20 operatori ai quali sarà regalato un soggiorno in Sardegna offerto da alberghi di lusso, un ulteriore occasione per diffondere e far conoscere all’estero le bellezze che offrono Cagliari e la Sardegna.

«Ovviamente il mare resta il nostro principale mercato – ha concluso Alberto Scano, Amministatore Delegato di Sogaer – ma Connect è stata proprio l’occasione per dimostrare che ci sono tante altre opportunità e tanti altri periodi dell’anno in cui operare. E già si vedono i primi risultati perché alcune delle compagnie aeree che sono intervenute al forum stanno negoziando con noi l’apertura di nuove collaborazioni quindi possiamo dire che si tratta di un investimento ben fatto e i frutti li raccoglieremo presto»