Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Regionali: a Cagliari vince Zedda, ma i quartieri popolari scelgono Solinas

Fonte: Vistanet Cagliari
27 febbraio 2019


Regionali: a Cagliari vince Zedda, ma i quartieri popolari scelgono Solinas
Il Pd primo partito in città. La Lega arriva terza. E l'ex assessore comunale Gianni Chessa ha conquistato un posto in Consiglio regionale.


     
Cagliari si dimostra ancora una volta feudo di Zedda. Il sindaco e ormai ex candidato alla presidenza della Regione, esce sconfitto dalle elezioni regionali ma mantiene il capoluogo. Stavolta, però, i punti di vantaggio sul suo principale avversario, il neo-governatore Christian Solinas, sono solo quattro e mezzo (44,38 a 40,90%). Pochi rispetto a quelli che aveva ottenuto nei confronti degli altri candidati alle elezioni comunali, ma che comunque gli permettono di tirare un sospiro di sollievo: se avesse perso anche il capoluogo, infatti, sarebbe stata una vera e propria Caporetto.

La città però è divisa in due: da una parte i quartieri residenziali e del centro, dall’altra i rioni popolari. Nei primi ha dominato Zedda, nei secondi Solinas. Il sindaco vince a Stampace, Marina, metà Castello, Villanova, Bonaria, Tuvixeddu, metà Sant’Avendrace (parte esterna), Genneruxi, Monte Mixi, Monte Urpinu, Quartiere del Sole, Poetto e La Vega. Il neo presidente Solinas invece ha vinto a San Michele, Sant’Elia, Barracca Manna, Medau Su Cramu, Sant’Avendrace parte interna, metà Castello e metà Is Mirrionis.

Il Pd è il primo partito in città (14,35%), seguito dal Partito sardo d’Azione (12,24%), Lega (8,96%),  M5S (8,40%), Campo progressista (8,06) e a seguire tutte le altre liste e partiti. Per quanto riguarda i candidati consiglieri, il più votato è stato Piero Comandini (Pd). Grande affermazione anche per Gianni Chessa (Psd’Az): 1764 voti, una sorta di “rivincita” dei confronti di Zedda, del quale è stato assessore fino all’espulsione per via dell’alleanza del suo partito con la Lega.

Nel capoluogo sardo ha votato il 58,97% degli aventi diritto. Saranno 22 i consiglieri eletti a Cagliari: di questi, 4 sono donne. Ecco i primi nomi: Con il Pd: Piero Comandini, Cesare Moriconi, Valter Piscedda; con il Psd’Az: Gianni Chessa, Nanni Lancioni e Stefano Schirru (già consigliere comunale d’opposizione); con la Lega: Andrea Piras e Sandra Canu; con il M5S: Michele Ciusa e Carla Cuccu; con Forza Italia: Alessandra Zedda e Ivan Piras (sindaco di Dolianova); con Fratelli d’Italia: Paolo Truzzu, con l’Udc: Giorgio Oppi; con Sardegna 20venti: Stefano Tunis . E ancora, il sindaco di Escolca Eugenio Lai (LeU), Francesco Agus (Campo progressista), Laura Caddeo (Noi, la Sardegna), Franco Stara (Futuro in Comune), Maria Laura Orrù (Sardegna in Comune), Roberto Caredda (Sardegna Civica), Valerio De Giorgi (Fortza Paris), Michele Cossa (Riformatori). E, ovviamente, rimane da sapere se Massimo Zedda deciderà di fare il consigliere oppure continuare come sindaco. Lo si saprà solo nei prossimi giorni.