Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Cagliari e la Cina festeggiano l’anno del Maiale: il Capodanno Cinese in città è sempre più sentito

Fonte: Vistanet Cagliari
4 febbraio 2019

Cagliari e la Cina festeggiano l’anno del Maiale: il Capodanno Cinese in città è sempre più sentito

I dragoni sfilano il primo dell'anno inquietanti e rumorosi per spaventare gli spiriti maligni e propiziare un anno fortunato. Sarà per questo che nonostante la pioggia in migliaia si sono accodati al corteo che da Piazza Yenne si è snodato per le vie del centro storico fino a via Roma al palazzo del Consiglio Regionale

     
Erano circa 80 le persone che hanno animato la festa di questa sera. Insieme cagliaritani e cinesi, quelli della comunità di Cagliari e gli ospiti venuti appositamente dalla Cina. C’erano i ragazzi delle scuole di arti orientali, gli ospiti delle delegazione di artisti provenienti da Hainan, una regione cinese gemellata con la Sardegna che indossavano costumi tradizionali e nel corso della sfilata hanno suonato strumenti tipici della zona.


A farla da padrone i grandi draghi variopinti che nella tradizione orientale, così colorati e dall’espressione cattiva, accompagnati dal suono dei tamburi, hanno il compito di scacciare la mala sorte, gli spiriti maligni e portare fortuna per l’anno appena cominciato. Oggi infatti per il calendario cinese comincia l’anno del Maiale, una ricorrenza tra le più sentite della cultura cinese.

 

E lo spirito di questa manifestazione in città è quello di diffondere e far conoscere la cultura cinese. Come ogni anno, Chiara Sini, dell’associazione Cinapiùvicina, si è spesa con grande impegno per la buona riuscita della manifestazione, con l’intento favorire lo scambio culturale tra l’Italia e la Cina, è infatti coinvolta nell’iniziativa anche l’Aula Confucio dell’Università di Cagliari.

 

La sfilata partita da piazza Yenne ha attraversato le vie del centro storico di Cagliari per arrivare al palazzo del Consiglio Regionale in via Roma. Alle 20.30 il programma prevedeva un appuntamento goloso: alla Manifattura Tabacchi infatti si teneva il momento “food” altro aspetto della cultura cinese che attrae moltissimi cagliaritani. Le celebrazioni dureranno tutta la settimana con un fitto calendario di eventi. Tra le varie iniziative di domani alle 17 la cerimonia del tè a cura della maestra Huang Wei e alle 19.30 al molo Ichnusa i fuochi d’artificio.