Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Lo sapevate? All’interno del Palazzo delle Seziate a Cagliari si trovano altre due torri pisane: sco

Fonte: Vistanet Cagliari
19 dicembre 2018


Lo sapevate? All’interno del Palazzo delle Seziate a Cagliari si trovano altre due torri pisane: scoprite come si chiamano
I Pisani quando arrivarono a Cagliari occuparono quello che oggi è il Castello, lo chiamarono Castellum Castri de Kallari, e nel 1217 ne cominciarono la fortificazione. La cinta muraria,intercalata da più di 20 torri congiunte da un cammino di ronda protetto da un parapetto merlato, si sarebbe sviluppata per 1640 metri. Tale opera fortificatoria costituì uno dei più splendidi esempi di architettura militare del Medio Evo.

 
I Pisani quando arrivarono a Cagliari occuparono quello che oggi è il Castello, lo chiamarono Castellum Castri de Kallari, e nel 1217 ne cominciarono la fortificazione. La cinta muraria,intercalata da più di 20 torri congiunte da un cammino di ronda protetto da un parapetto merlato, si sarebbe sviluppata per 1640 metri. Tale opera fortificatoria costituì uno dei più splendidi esempi di architettura militare del Medio Evo.

La Torre Passarina (o torre Franca), con la sua gemella Tedeschina (visibile da via Fiume, chiamata così poiché era presidiata dai mercenari tedeschi), chiudeva il fronte nord del Castello. Oggi è visibile, solo in parte, nella piazza Arsenale, sul lato destro del Palazzo delle Seziate, e nel Viale Buoncammino, sulla sinistra, svoltando da Porta Cristina. A pianta semicircolare, ha oltre 9 metri di diametro e altrettanto di altezza residua; al pari delle altre torri, il lato interno era aperto con i soppalchi lignei a vista, mentre il piano superiore, in continuità con la cortina muraria, doveva presentare un coronamento di merlature. Nel secolo XVI divenne la Torre delle munizioni ma, per le mutate esigenze difensive,venne abbassata e assorbita, assieme alla Tedeschina, nel Bastione della Concezione; nel 1575 una cortina la unì alla Porta dei Cappuccini (presso l’attuale Porta Cristina), dando origine a quella che sarebbe poi diventata Piazza Arsenale. Verso la fine del secolo XVII, nello spazio sino ad allora occupato dalla cortina muraria che l’aveva unita alla Torre di San Pancrazio, veniva costruito il Palazzo delle Seziate; nel 1839-40 il Palazzo, poco prima sopraelevato di un piano, finiva per inglobare la torre, chiamata, allora, Torrione delle Seziate. Negli anni ’80 è stata oggetto del restauro che ha interessato la Piazza Arsenale, a seguito del quale si può accedere all’interno della cortina delle Seziate per ammirare il paramento murario integro della torre.Procedendo dal basso, si osservano alcuni blocchi a bugnato di epoca punica sui quali poggiano i conci squadrati di pietra forte e calcare tramezzario di opera pisana che vanno riducendosi di dimensione seguendo la rastremazione della torre. La parte alta della torre ospita, oggi, alcuni uffici della Soprintendenza BAPSAE delleProvince di Cagliari e Oristano.