Rassegna Stampa

Web Ad Maiora Media

Da giovedì 8 novembre il “Festival della Scienza” per la diffusione del sapere scientifico

Fonte: Web Ad Maiora Media
24 ottobre 2018

CAGLIARI,

Da giovedì 8 novembre il “Festival della Scienza” per la diffusione del sapere scientifico


Sei di giorni di convegni e dibattiti con docenti, ricercatori e giornalisti; 16 spettacoli e 17 animazioni con scrittori e divulgatori; 45 appuntamenti tra mostre e laboratori interattivi-didattici di chimica, fisica, astrofisica, matematica ed antropologia; 18 musei e siti aperti, con 500 studenti provenienti da scuole ed università  per un unico obiettivo: contribuire alla diffusione del sapere scientifico. Sono questi i numeri dell’undicesima edizione del ‘Festival della Scienza’ – promosso dall’associazione ‘Scienza società scienza’, con la collaborazione del Comune di Cagliari, Regione, Università di Cagliari, scuole ed altri partner, mai numerosi come quest’anno – che nel mese di novembre, tra l’Exmà ed il teatro Sant’Eulalia, approderà a Cagliari per “incidere nel territorio e creare nuove preziose sinergie”, 

 

“Anno dopo anno, il Festival si migliora sempre di più – ha dichiarato l’assessore comunale alla Cultura, Paolo Frau – Oltre a mettere in connessione tra loro esperienze, valori, idee dei tanti soggetti ed i vari territori della Sardegna coinvolti, contribuisce alla diffusione della cultura scientifica e tecnologica (quest’anno oltre Cagliari, saranno interessati Oristano, Oliena, Iglesias e diversi centri del Sarcidano, nda) e contrasta le false e dannose credenze che con il metodo scientifico nulla hanno a che fare”.

L’inaugurazione di questa edizione (“Scienza e risorse” è il tema prescelto), fissata per ‪giovedí 8 novembre, alle 16 nell’Aula magna del Rettorato di via Università, prevede due protagonisti d’eccezione: l’astrofisica Marica Branchesi, che, dopo essere stata inserita dal “Nature” fra i dieci scienziati del 2017, nel 2018 è stata considerata dal “Time” fra le cento persone più influenti dell’anno per avere contribuito alla rilevazione delle onde gravitazionali; Fulvio Ricci, portavoce della collaborazione internazionale ‘Virgo’, osservatorio europeo per le onde gravitazionali; entrambi, nei loro interventi, definiranno il ruolo strategico che la Sardegna potrà ricoprire in questo campo di ricerca.

“‪Dal 14 al 16 novembre il Festival farà tappa ad Oristano – ha spiegato la presidente Carla Romagnino –  dal 20 al 22 a Oliena, dal 23 al 25 nel Sarcidano (Isili, Escolca, Orroli, Serri, Genoni, Esterzili, Laconi) e dal ‪29 novembre all’1° dicembre ad Iglesias. Gazie al gemellaggio fra Sardegna e Corsica, non è escluso che a breve si possa realizzare il Festival della Scienza del Mediterraneo”.

Laura Pisano

(admaioramedia.it)