Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Andea Cossu premiato in Comune per l 'attaccamento alla maglia

Fonte: Vistanet Cagliari
10 ottobre 2018

Andrea Cossu premiato in Comune per l’attaccamento alla maglia. E su Barella: “Spero che domani giochi”
Riconoscimento per Andrea Cossu questo pomeriggio in Comune. Premiato per il suo attaccamento alla maglia del Cagliari.

 
Un emozionatissimo Andrea Cossu ha ricevuto questo pomeriggio in Municipio il riconoscimento della città e del Consiglio comunale per il suo attaccamento alla maglia, tanto da aver scelto di giocare con il Cagliari, dal suo ritorno da Verona, fino alla fine della sua carriera calcistica. Il premio gli è stato consegnato dal sindaco Massimo Zedda e dal presidente del Consiglio comunale Guido Portoghese.

《Sono molto onorato di aver indossato questa maglia perché amo Cagliari e la squadra》, ha ribadito il centrocampista, cagliaritano doc, che da settembre è entrato a far parte del settore giovanile dei rossoblù, dedicandosi principalmente a far crescere centrocampisti e trequartisti. Inoltre coadiuva nello scouting il responsabile dell’area tecnica, il suo ex compagno di squadra Daniele Conti.

 

Il suo amore per il Cagliari e la città lo ha dimostrato sia sul campo che fuori, non mancando quasi mai (nel limite del possibile) allo stadio anche quando non giocava. Ma, persino quando militava nel Verona, quando poteva andava in trasferta insieme agli ultras degli Sconvolts.

 

È l’unico calciatore cagliaritano ad aver giocato in Nazionale. Almeno finora, perché da domani potrebbe non esserlo più qualora Nicolò Barella dovesse essere messo in campo da Mancini nella partita di domani tra Italia e Ucraina. È quello che anche lo stesso Cossu si augura: 《Nicolò merita un ruolo nella Nazionale e spero vivamente che domani possa giocare》.

 

《Andrea ha messo sempre il Cagliari al primo posto – osserva il direttore generale della società rossoblù Mario Passetti – Questo riconoscimento è meritatissimo per i valori sportivi e umani che incarna》. Il sindaco Massimo Zedda ha sottolineato che《il suo stile è quello del galantuomo. È rimasto sempre con i piedi per terra. Il suo è un esempio per tanti giovani aspiranti calciatori e non》. Alla premiazione erano presenti anche la moglie e i familiari dell’ex calciatore.