Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Ecco come sarà la mensa delle scuole di Cagliari l’anno prossimo: 9 diversi menù e tariffe invariate

Fonte: Vistanet Cagliari
31 maggio 2018


Ecco come sarà la mensa delle scuole di Cagliari l’anno prossimo: 9 diversi menù e tariffe invariate
La Corisar, azienda che ha in carico l'appalto e che si occupa di garantire il servizio nelle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado, offrirà nove menù differenti, approvati dalla ASL e organizzati a rotazione in modo da evitare la ripetizione delle combinazioni delle pietanze. I pasti coperti e distribuiti ogni giorno sono oltre settemila solo nel Comune di Cagliari

 
«La mensa come strumento di educazione, cultura e integrazione, non solo un’occasione durante la quale potersi riempire lo stomaco». Così l’Assessore alla Pubblica Istruzione e Sport Yuri Marcialis ha definito il ruolo della mensa scolastica durante la conferenza stampa di presentazione del servizio per l’anno scolastico 2018/2019 che si è svolta questa mattina nella sede dell’assessorato all’Istruzione in viale San Vincenzo.

«Un servizio che è entrato a far parte a pieno titolo del progetto educativo delle scuole – ha continuato l’Assessore –  perché attraverso una serie di attività quali visite guidate e incontri con i produttori si contribuisce a stimolare l’interesse e il gusto dei bambini».

Dello stesso avviso Filippo Petrucci, presidente della Commissione Consiliare Pubblica Istruzione, Sport e Politiche Giovanili. «L’importanza della mensa scolastica sta nel momento di gioco e unione che si crea tra i bambini ma l’educazione alimentare dev’essere ovviamente garantita anche da un ottimo prodotto finale».

La Corisar infatti, azienda che ha in carico l’appalto di refezione scolastica e che si occupa di garantire il servizio nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, offre ben nove menù differenti, approvati dalla ASL e organizzati a rotazione in modo da evitare la ripetizione delle combinazioni delle pietanze. I pasti coperti e distribuiti ogni giorno sono oltre settemila solo nel Comune di Cagliari.



«In particolare – ha commentato Sandra Adamo, coordinatrice Corisar per le mense scolastiche – la frutta, gli ortaggi, i cereali, le carni e i derivati provengono da produzioni biologiche, DOP, IGP e locali. Le pietanze sono sempre monitorate e studiate e i piatti che risultano eventualmente meno apprezzati dai bambini vengono sostituiti o modificati per renderli maggiormente appetibili, tenendo comunque conto delle linee guida della ASL».

Un servizio quindi a tuttotondo e di qualità certificata che garantisce un’ottima educazione alimentare, tanto che la mensa scolastica del Comune di Cagliari si è aggiudicata il premio Mensa Verde per “l’eccellente qualità del cibo e l’impegno ambientale in tutti gli aspetti del servizio di mensa”.

Per quanto riguarda le tariffe, il Comune ha deciso che resteranno invariate rispetto allo scorso anno scolastico. Si conferma, quindi, la progressività dei costi legata al reddito Isee , così come le riduzioni con lo sconto del 20% su ogni quota quando in uno stesso nucleo familiare più figli usufruiscano del servizio, e le ulteriori esenzioni. “Il servizio utilizzato dai bambini delle scuole cagliaritane e il contributo dato alle famiglie dal Comune di Cagliari risulta il secondo per contribuzione media tra le città capoluogo di provincia” ha concluso l’Assessore Marcialis.

Anche le procedure di iscrizione alla mensa scolastica rimangono immutate, come ha confermato la funzionaria del Servizio Pubblica istruzione, Nicoletta Boi. “Attraverso il Portale dei Genitori è possibile, da ora e fino al 30 luglio, effettuare le nuove iscrizioni e i rinnovi per l’anno scolastico 2018/2019. Sullo stesso portale, dopo aver effettuato l’accesso con le proprie credenziali ottenute in fase di registrazione, è possibile anche consultare lo stato dei pagamenti e il menù del giorno”.