Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Approvato il nuovo regolamento per tavolini e ombrelloni in strada. Novità e semplificazioni in vist

Fonte: Vistanet Cagliari
23 maggio 2018

Approvato il nuovo regolamento per tavolini e ombrelloni in strada. Novità e semplificazioni in vista

Tavolini all’aperto nel centro di Cagliari
Ci sono novità in vista e semplificazioni per i titolari degli esercizi che hanno o desiderano chiedere una concessione per occupare con tavolini o altri arredi il suolo comunale.  

 
È giunto finalmente all’approvazione il nuovo regolamento comunale sulle occupazioni del suolo pubblico. Dopo essere passato al vaglio degli uffici tecnici, della Commissione Consiliare Attività produttive, di diverse critiche e proposte da parte degli operatori e infine sottoposto ad alcuni emendamenti, il nuovo regolamento è giunto in Consiglio Comunale dove è stato sottoposto a votazione e approvato.

Ci sono novità in vista e semplificazioni per i titolari degli esercizi che hanno o desiderano chiedere una concessione per occupare con tavolini o altri arredi il suolo comunale. Le semplificazioni riguardano prima di tutto la procedura di chi deve solo rinnovare una concessione già ottenuta senza alcuna variazione; in questo caso, infatti, i tempi di rinnovo si riducono anche perché, se non ci sono modifiche alla richiesta e particolari modifiche alla viabilità della zona interessata, basterà che l’operatore presenti un’autocertificazione senza bisogno di fornire al Comune tutta la documentazione necessaria alla prima richiesta.

Ci sarà più elasticità nel ritiro degli arredi. Con il nuovo regolamento viene concessa un’ora in più oltre la fine delle attività, in cui gli arredi possono essere tenuti raccolti fuori dal locale per permettere il riordino all’interno del locale; in alcune zone specifiche della città, come piazze, slarghi, bastioni, giardini identificate dall’amministrazione, sarà permesso ai concessionari – previa valutazione degli enti – preposti di lasciare alcuni arredi per i quali è difficile la loro rimozione quotidiana. Anche sul fronte delle sanzioni ci sono delle novità: saranno più severe per i recidivi ma più morbide per chi sfora dal suolo concesso una volta.



La concessione dura sempre un anno, ma già dal mese di settembre si potranno inviare le domande di rinnovo; le istanze che saranno inviate entro il 30 settembre dell’anno precedente saranno trattate entro il 1° ottobre dell’anno precedente a quello per il quale si sta chiedendo la concessione.

Il nuovo regolamento riguarda tutte le zone di Cagliari ad eccezione di alcune piazze e vie del centro storico, del Largo Carlo Felice e del Corso Vittorio Emanuele II per le quali è in vigore, invece, un regolamento diverso. Nonostante l’approvazione, non sono mancate le critiche alle prescrizioni del regolamento: «Questo regolamento non tiene conto del Piano di risanamento acustico – ha dichiarato il consigliere Pino Calledda del M5S – non lo possiamo votare senza conoscere quale sia la reale situazione dell’inquinamento acustico del centro città». Le preoccupazioni del consigliere Calledda, infatti, sono rivolte soprattutto ai residenti e agli ospiti delle strutture ricettive.

«Dopo due anni – ha ricordato l’assessora alle Attività produttive Marzia Cilloccu – abbiamo finalmente adeguato il regolamento che risale al 2016, tanto atteso dai concessionari». Il regolamento approvato in via provvisoria e sperimentale nel 2016, infatti, ha subito delle modifiche grazie alla raccolta di suggerimenti e istanze degli operatori e dei residenti delle zone interessate. «Il servizio attività produttive – ha proseguito l’assessora Cilloccu – ha lavorato a lungo, anche con la collaborazione di altri servizi, per ottenere un regolamento che desse risposte a tutti gli interessati».