Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Arriva la Grande Jatte: tutti ai Giardinetti per una giornata in stile vittoriano

Fonte: Vistanet Cagliari
10 maggio 2018


Arriva la Grande Jatte: tutti ai Giardinetti per una giornata in stile vittoriano
Domenica 27 maggio, ai Giardinetti Pubblici di Cagliari si terrà la nona edizione della Grande Jatte, tanti abiti d'epoca, la creatività degli steampunk, 2 contest, un programma ricco di eventi e l'immancabile tea alla maniera della regina Vittoria, l'edizione di quest'anno ha come tema il circo, divertimento gratuito e aperto a tutti.

  
 
Arriva la Grande Jatte: tutti ai Giardinetti per una giornata in stile vittoriano
Domenica 27 maggio, ai Giardinetti Pubblici di Cagliari si terrà la nona edizione della Grande Jatte, tanti abiti d’epoca, la creatività degli steampunk, 2 contest, un programma ricco di eventi e l’immancabile tea alla maniera della regina Vittoria, l’edizione di quest’anno ha come tema il circo, divertimento gratuito e aperto a tutti.

A chi non piacerebbe smettere i propri panni per un giorno, vestire quelli di una dama elegante e altera, oppure interpretare un pirata, che per metà viene dal passato e per metà dalla fantascienza? Alla Grande Jatte questo è possibile. Avete tempo ancora poco meno di venti giorni per organizzarvi un costume, il 27 maggio infatti si terrà la nona edizione della Grande Jatte, l’evento che celebra l’epoca vittoriana. Ma niente paura, se non siete capaci di realizzare un costume o non siete abbastanza audaci per indossare un outfit steampunk, potete assistere come semplici spettatori e godervi la giornata “in borghese”. L’evento infatti è aperto a tutti ed è gratuito. «La Grande Jatte non ha la pretesa di essere una rievocazione storica- spiega Claudia Cabitza organizzatrice della manifestazione- lo spirito è quello ludico e goliardico di una giornata divertente.

 

Quest’anno il tema è il circo, ovviamente non come lo intendiamo noi oggi, ma come si svolgeva nell’800, con i fenomeni da baraccone, i trampolieri, le danzatrici del ventre, noi cerchiamo di ricreare quel contesto». I cancelli si apriranno alle 11.30, durante la mattinata si potrà assistere allo spettacolo delle marionette del teatro Tages, ci si potrà far prevedere il futuro dagli esotici lettori di tarocchi, passeggiare tra i banchi degli artisti e artigiani sardi. Alle 13.00 chi avrà prenotato potrà gustare le prelibatezze preparate dai gourmet dell’organizzazione. Oppure si potrà pranzare nell’area picnic con il pranzo portato da casa. Il pomeriggio comincerà con gli spettacoli dello Shedan Fire Theatre, maestri Delle arti circensi che amalieranno il pubblico con i loro giocolieri e trampolieri, il Carousel delle “A tribe Called Lilith” con le loro danze esotiche. Non poteva mancare, curato da Theophile, l’afternoon Tea party alle 17.30: un autentica riproduzione di un originale tea degno della regina Vittoria, all’ombra degli alberi centenari, tra tappeti, cuscini e ricercatissime porcellane, per deliziare, chi avrà prenotato, con i sapori autentici riprodotti seguendo alla lettera le ricette dell’epoca in esclusiva solo per questa straordinaria giornata.

 

Ma non finisce qui, perché tra partite a scacchi, caccia al tesoro e complice il tramonto, l’atmosfera da sogno accompagnerà il pubblico fino al momento più atteso della giornata: il contest. In realtà le competizioni saranno due. La prima è aperta a tutti e a decretare il vincitore sarà la giuria popolare. Chi vuole cimentarsi si dovrà iscrivere, gli verrà assegnato un cartoncino con un numero da appuntare sull’abito in modo che tutti possano vederlo. Tutti possono votare con unica preferenza, basterà scrivere sull’apposito fogliettino il numero dell’abito preferito e imbucarlo nell’urna. Verranno premiate le diverse categorie: vittoriano, steampunk e baby maschile e femminile. La seconda competizione invece è riservata agli abiti vittoriani e a giudicarli sarà una giuria tecnica, composta da cinque esperti, che nel decretare i vincitori terrà conto della corrispondenza con gli abiti dell’epoca, la precisione sartoriale, il portamento e altri aspetti.

L’evento è organizzato dall’associazione culturale Mad2 Factory, della quale fa parte Michela Corona oltre che Claudia Cabitza. «Abbiamo organizzato La Grande Jatte – precisa Claudia- con le sole forze della nostra associazione, senza il contributo di istituzioni pubbliche». Per questo uno degli alberi sarà decorato con tanti nastri ai quali saranno legati dei cartoncini su cui tutti sono invitati a esprimere un’emozione o un pensiero sulla giornata, e magari lasciare un piccolo contributo per premiare l’impegno sostenuto dall’associazione per organizzare una giornata da sogno che attira sempre più partecipanti e curiosi a ogni edizione.