Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Metro Cagliari: tre nuovi treni per festeggiare i 10 anni

Fonte: Vistanet Cagliari
23 aprile 2018

Metro Cagliari: tre nuovi treni per festeggiare i 10 anni
Tre nuovi treni sui binari da Cagliari a Settimo San Pietro per festeggiare i dieci anni della metro leggera nel Cagliaritano

Tre nuovi treni sui binari da Cagliari a Settimo San Pietro per festeggiare i dieci anni della metro leggera nel Cagliaritano. Moderni, veloci, poco rumorosi. Ma che soprattutto faranno risparmiare tempo ai passeggeri: i mezzi inaugurati oggi consentiranno di scendere ad una frequenza media di dieci minuti. Tra l’altro con una nuova fermata “Camelie” – primo stop proprio oggi – che coinvolge anche Selargius.

I tram sono i Caf acquistati dalla Spagna. Possono caricare a bordo 237 persone, con 56 posti a sedere. Si possono trasportare anche quattro carrozzine e quattro biciclette. Le vetture sono climatizzate e sicure: sono dotate di registratori di eventi, controllo di semafori e deviatoi. “Un servizio ancora migliore per i nostri utenti – ha detto l’amministratore unico dell’Arst Chicco Porcu – all’insegna della multimedialità per arrivare a breve, questo il nostro obiettivo, ai tre milioni di passeggeri”.

Illustrati anche i progetti per il futuro. Primo tra tutti la linea Repubblica-Matteotti con i lavori che inizieranno nel 2019. “Ma è già aperta – ha assicurato Porcu – la progettazione per il Poetto”. Altri interventi in programma: il raddoppio della parte di tracciato da Largo Gennari a Caracalla. “In realtà – ha sottolineato l’assessore regionale ai Trasporti Carlo Careddu – non celebriamo solo i 10 anni della metro, ma i 130 del tracciato: nel 1888 fu sistemato il primo fascio di binari, percorso riutilizzato ora con intelligente continuità. Tra Cagliari e Sassari per ora la Regione ha investito sulla metro 300 milioni di euro”.

Conto alla rovescia per il nuovo tracciato della metropolitana intorno a Cagliari: il 7 maggio è in programma il nuovo vertice con Regione, Arst e Comuni per decidere il futuro dei collegamenti via binario dell’area vasta. Con un’avvertenza: “Tutti vogliono la metro – ha detto l’amministratore unico di Arst Chicco Porcu – e questo è un fatto importante. Ed è anche giusto che i territori esprimano le loro esigenze perché stiamo parlando di scelte per i trasporti dei prossimi quaranta-cinquanta anni. Ma bisogna fare in fretta, in pochi giorni. Per non rischiare di perdere i finanziamenti: in Sardegna è già successo, facciamo tesoro di quell’errore”.

I dubbi sul tracciato erano stati sollevati dal sindaco di Cagliari e della città metropolitana Massimo Zedda. “Bene ha fatto – ha commentato Porcu – a suggerire un’altra possibilità di percorso. Ora vediamo se si tratta di un’ipotesi fattibile. Si valuterà. Se questo non fosse possibile, meglio andare avanti per non rischiare di non avere nulla”. Un invito a proseguire è arrivato anche dall’assessore regionale dei Trasporti Carlo Careddu. “Non possiamo perdere risorse – ha detto – tutte le componenti devono fare la loro parte”.

Il sindaco di Monserrato Tomaso Locci ha caldeggiato la pista dell’unità. “Noi siamo già molto contenti dell’attuale linea della metro – ha detto – ma si può completare l’anello andando a comprendere Sestu e Elmas”. Le celebrazioni del decimo anno della metro andranno avanti per tutta la giornata. E oggi sulle vetture si viaggia gratis.