Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Cagliari città dei libri: arriva il book crossing e presto anche il book sharing

Fonte: Vistanet Cagliari
20 aprile 2018


Cagliari città dei libri: arriva il book crossing e presto anche il book sharing
Per ora verranno installate 5 stazioni nei quartieri di Is Mirrionis e San Michele, ma l'idea è coinvolgere presto tutti i quartieri di Cagliari

 
 
Cagliari città dei libri. Il progetto di book sharing e book crossing, arriva anche nella nostra città, in attuazione della mozione “interventi per il contrasto alla povertà educativa, della diffusione della lettura e della dispersione scolastica” , approvata in Consiglio comunale ad agosto 2017.

Le ex cabine telefoniche della Telecom, ormai inutilizzate, saranno presto trasformate in “biblioteche” in cui chiunque potrà prendere in prestito gratuito libri ma anche portarli per metterli a disposizione dei lettori. In collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura e Verde pubblico, verranno installate 5 stazioni nei quartieri di Is Mirrionis e San Michele: piazza Desulo, piazza Padre Abbo, piazza Italo Stagno, piazza Gippi e via Mandrolisai.



L’iniziativa è pensata per favorire la lettura, venendo incontro a coloro che sono impossibilitati ad acquistare libri. L’idea è coinvolgere presto tutti i quartieri di Cagliari. Tra gli interventi, in ambito delle Politiche sociali, la cooperativa sociale Passaparola, che gestisce il centro di quartiere Strakrash, ha organizzato il progetto di book crossing denominato “Stra…libro” , che verrà presentato questo pomeriggio alle 16:30 in piazza Desulo. L’assessorato al Personale e agli Affari generali, dal canto suo, vuole promuovere lo scambio e la condivisione di libri anche tra gli impiegati comunali, mettendo a disposizione i libri negli uffici aperti al pubblico. Alla conferenza stampa di presentazione, svoltasi stamane in Municipio, erano presenti i consiglieri di maggioranza Benedetta Iannelli e Marco Benucci (primi firmatari della mozione) , gli assessori alla Cultura e Verde pubblico Paolo Frau e alle Politiche sociali Ferdinando Secchi e, tra gli altri, il coordinatore del settore educativa di strada del centro Strakrash Salvatore Aru.