Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

(VIDEO) “La promessa che ci tiene uniti”: presentata la 362° edizione della Festa di Sant’Efisio

Fonte: Vistanet Cagliari
19 aprile 2018


(VIDEO) “La promessa che ci tiene uniti”: presentata la 362° edizione della Festa di Sant’Efisio

Nel video l'ingresso dei suonatori di launeddas in aula consiliare

“La promessa che ci tiene uniti”. Questo il motto della 362° edizione della Festa di Sant’Efisio. Festa che unisce tutti i sardi, non solo i cagliaritani e non solo i credenti. Una tradizione culturale, religiosa e folkloristica che da sempre attira migliaia di persone, tra loro tantissimi turisti. E il primo maggio saranno presenti in città anche due navi da crociera con in totale 5.250 passeggeri che avranno modo di conoscere una delle feste più importanti della nostra Isola.

Torna anche il Festival delle tradizioni, dal 30 aprile al 4 maggio. Tre appuntamenti in piazza del Carmine: lunedì 30 dalle 21.30 concerto di Piero Marras, martedì 1° maggio alle 18 premio Toson d’oro di Sant’Efisio e alle 18:15 il ballo dell’Isola in festa. A Palazzo civico, il 4 maggio dalle ore 18 appuntamento con la coralità sarda per Sant’Efisio.

I numeri della processione
Saranno 105 i comuni rappresentati, 90 le associazioni in abito tradizionale, 3.153 devoti lungo il percorso, 2605 i devoti a piedi; 32 subregioni, 106 devoti in abito tradizionale, 19 traccas, 39 associazioni di cavalieri in abito tradizionale e 56 i miliziani che scorteranno il cocchio. E poi ancora, 12 cori polifonici e 5 gruppi di strumentisti.

Efisio nacque ad Antiochia, in Siria e, come ha ricordato il sindaco di Cagliari Massimo Zedda: «Era un extracomunitario». Il primo cittadino ha ricordato a tal proposito la situazione drammatica che sta vivendo il Paese mediorientale. Per quanto riguarda il cammino di Sant’Efisio, Zedda ha detto che «sono disponibili 5 milioni di euro per i comuni interessati dal cammino. L’idea è quella di consentire di fare il percorso durante tutto l’anno».  In concomitanza con la Festa saranno presenti al porto di Cagliari due navi da crociera.

Intanto prosegue l’iter della candidatura per l’inserimento nella lista del Patrimonio immateriale dell’Umanità, già avviato nel 2013 e per il decimo anno consecutivo la Festa ha ricevuto il patrocinio della Commissione nazionale per l’Unesco. Alla conferenza stampa erano presenti anche l’assessore comunale al Turismo Marzia Cilloccu, il presidente del Consiglio comunale Guido Portoghese, la sindaca di Villa San Pietro Marina Madeddu, , la sindaca di Pula Carla Medau, il parroco della chiesa di Sant’Anna Ottavio Utzeri, l’alter nos Lino Bistrussu e il presidente dell’Arciconfraternita del Gonfalone Francesco Cacciuto.