Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Cagliari. Al via lunedì la differenziata porta a porta. Zedda: “Non è la terza guerra mondiale”

Fonte: Vistanet Cagliari
9 aprile 2018


Cagliari. Al via lunedì la differenziata porta a porta. Zedda: “Non è la terza guerra mondiale”
Raccolta differenziata porta a porta. Lunedì a Cagliari si parte, ma Zedda rassicura: "Non sarà una guerra. Ci sarà massima tolleranza per gli errori fisiologici dovuti alla novità, ma nessuna per chi ingombra le strade di rifiuti. L’obiettivo non è recuperare la Tari con le multe ai cittadini"

 
Vuole essere un “avvio morbido” quello previsto dal Comune di Cagliari per l’inizio della raccolta differenziata porta a porta. Poetto, Quartiere del Sole, La Palma, Mulinu Becciu e Monreale: questa l’avanguardia di quartieri che per prima sarà interessata dalla novità, dove il servizio partirà già lunedì 9 aprile, interessando circa 140 via per un 8% totale della popolazione.

Le eccezioni e la Ecocard.
Per la propria vocazione economico-commerciale e per la struttura stessa di alcuni quartieri saranno diverse le eccezioni. Fonsarda, Sant’Alenixedda, Stampace, i quartieri di Marina e Castello e alcune porzioni di San Benedetto, data la loro densità abitativa e la presenza di numerosi edifici privi degli spazi sufficienti, verranno dotate di isole ecologiche accessibili soltanto mediante apposita Ecocard, oltreché di uno specifico servizio di conferimento notturno.

Il conferimento.
Sono tre i giorni previsti per il conferimento dell’umido organico in quella che sarà la zona blu: lunedì, mercoledì e venerdì. Lunedì quindi la raccolta del multimateriale, vetro, latta e lattine. Secco indifferenziato martedì, carta e cartone giovedì, plastica il sabato. Altra storia nella zona rossa: qui il lunedì sarà il giorno della plastica, il mercoledì quello della carta e del cartone, il venerdì del secco e il sabato invece del multimateriale. Come nella controparte blu tre saranno invece i giorni previsti per il conferimento dell’umido: martedi, giovedì e sabato. Come indicato nel calendario, “già consegnato ai residenti dei quartieri interessati dal lunedì”, i rifiuti dovranno quindi essere conferiti entro le ore 20.30 del giorno precedente o le 6 del giorno dedicato. La presenza di un chip nei contenitori permetterà quindi la stima volumetrica dei rifiuti prodotti, al fine di permettere un adeguamento della Tari e incentivare una gestione virtuosa dei rifiuti.

«Lasceremo i cassonetti in strada per due settimane, poi vedremo in base ai risultati del test quali saranno i tempi per la loro eliminazione», commenta il sindaco Massimo Zedda. »Già lunedì saremo comunque sulle strade per verificare eventuali abusi: ci sarà massima tolleranza per gli errori fisiologici dovuti alla novità, ma nessuna per chi ingombra le strade di rifiuti. L’obiettivo non è recuperare la Tari con le multe ai cittadini». Prevista poi l’introduzione di un sistema di telecamere, al fine di combattere il fenomeno della spazzatura nelle strade.