Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

il raro fiore dell’agave attenuata, l’incredibile pianta messicana che si trova nel parco S

Fonte: Vistanet Cagliari
28 febbraio 2018

il raro fiore dell’agave attenuata, l’incredibile pianta messicana che si trova nel parco Siro Vannelli in via Giudice Chiano a Cagliari

La foto: il raro fiore dell’agave attenuata, l’incredibile pianta messicana che si trova nel parco Siro Vannelli in via Giudice Chiano a Cagliari.
L’abbiamo “rubata” dal profilo Facebook dell’assessore alla Cultura del Comune di Cagliari Paolo Frau. La pianta, che solitamente soffre le temperature rigide, ha evidentemente gradito il clima di Cagliari.

Da una scheda  di Giardinaggio.net scopriamo che l’agave attenuata è una pianta che appartiene alla famiglia delle Agavaceae e che trae la sua origine dagli altopiani del Messico. La pianta è di medie dimensioni, infatti le foglie, di colorazione verde-azzurra prive di spine, raggiungono lunghezze che variano tra i 50 e i 70 cm. Giunta a maturazione l’Agave attenuata riesce a sviluppare un fusto che la eleva ad un metro e mezzo di altezza. La pianta ha un’infiorescenza costituita da un grappolo con un’altezza che può raggiungere anche i 3 metri di altezza composto da fiori giallo-verdastri. Dai fiori è possibile ottenere alcuni bulbi con i quali sarà poi possibile riprodurre adeguatamente la pianta. L’Agave attenuata ha una struttura molto carnosa, e data la sua origine, predilige climi molto caldi, infatti soffre le temperature rigide.

L’Agave attenuata è una pianta che teme le temperature inferiori ai 10 gradi centigradi, quindi sarebbe opportuno allestire una piccola serra per riuscire a proteggere in maniera ottimale la pianta, durante i mesi più freddi, se la si volesse coltivare in una zona a clima troppo rigido. La corretta collocazione della pianta è in pieno sole, perché ha necessità di essere esposta per molto tempo alla luce. Essendo una pianta succulente non necessita di troppa acqua, potrebbe essere sufficiente un’annaffiatura mensile. Il vaso dove sarà coltivata la pianta dovrebbe essere adeguatamente profondo per permettere il completo sviluppo dell’apparato radicale. Dovrebbe essere anche garantito un corretto drenaggio, per evitare ristagni d’acqua, creando uno strato di almeno 10 cm di sabbia e di ghiaia.