Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Meningite: tutto quello che c’è da sapere su questa patologia e come ci si deve comportare in questi

Fonte: Vistanet Cagliari
11 gennaio 2018

Meningite: tutto quello che c’è da sapere su questa patologia e come ci si deve comportare in questi casi

La Sardegna intera è scossa per la prematura scomparsa di Luca Pisano, il 19enne di Tortolì morto nella serata di ieri a causa di una grave forma di meningite. Pochi giorni fa il caso di un’altra ragazza contagiata a Cagliari e per fortuna guarita del tutto e ormai fuori pericolo. Per quanto la preoccupazione possa essere comprensibile, come hanno spiegato le varie Assl regionali nei giorni scorsi, non sussiste alcun allarme meningite in Sardegna. Purtroppo, per quanto si tratti di un male raro, casi come quello del giovane tortoliese esistono, ma è necessario affrontarli con la dovuta cautela e il giusto grado di informazione al fine di non generare inutili allarmismi.
Al fine di ciò, la Assl di Cagliari ha pubblicato due giorni fa un vademecum con tutto quello che c’è da sapere su questa malattia. La cosa più importante da sapere è che nonostante la sua alta pericolosità, la meningite resta una patologia non di facile contagio. Il fatto che il giovane tortoliese avesse preso parte a una serata in discoteca a Cagliari nella notte del 31 dicembre non deve quindi generare allarmismi di nessun genere. Ecco di seguito tutto quello che c’è da sapere e come ci si deve comportare in questi casi.

Con riferimento ai recenti casi di meningite che si sono verificati in Sardegna, di seguito alcune informazioni utili, a carattere generale, sulla meningite meningococcica, sulle modalità di trasmissione e sulla vaccinoprofilassi.
La meningite meningococcica è una delle principali forme di meningite ed è causata da un batterio chiamato “Neisseria Meningitidis”. Colpisce soprattutto i neonati, adolescenti e giovani adulti, prevalentemente nelle stagioni invernali e primaverili, ed il contagio avviene per via aerea attraverso le goccioline di saliva infette. La malattia si manifesta con cefalea, rigidità della nuca, febbre, brividi e stato di profonda prostrazione. Possono insorgere anche delle complicazioni quali emorragie, miocarditi, polmoniti. Purtroppo questa malattia, nonostante la disponibilità di efficaci terapie antibiotiche, ha una elevata mortalità.
Sono attualmente disponibili vaccini per la prevenzione delle infezioni da meningococco di sierogruppo A, B, C, Y, W135 offerti gratuitamente a tutte le categorie a rischio, inoltre:
-la vaccinazione contro le infezioni da meningococco B viene offerta gratuitamente ai nati dal 2017, con numero di dosi diverse a seconda dell’età di somministrazione e con indicazione sino all’età adulta (in compartecipazione di spesa);
-la vaccinazione contro le infezioni da meningococco C, viene offerta gratuitamente in unica dose al 13° mese di vita, può essere somministrata a qualsiasi età ;
-la vaccinazione contro le infezioni da meningococco A, C, Y, W135 (vaccino tetravalente), viene offerto gratuitamente al 12°- 18° anno di età, a partire dal 2017; può essere somministrato a qualsiasi età (in compartecipazione di spesa).
I contatti stretti di un caso di meningite meningococcica, vengono sottoposti, dopo la chemioprofilassi, a vaccinazione gratuita con il vaccino contenente il sierogruppo che ha causato la malattia nel caso.

Dove rivolgersi:
Ambulatori di igiene e Sanità Pubblica (ASSL Cagliari)
Sede: via Sonnino, fronte Comune (CA)
tel. 070 6094706 – 4703 – 705

Direttore: dott. Giorgio Carlo Steri

Orari al pubblico e contatti
L’orario al pubblico per effettuare le vaccinazioni è:
mattina dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00
pomeriggio dal lunedì al giovedì dalle 15 alle 17.00
(previo contatto con il Servizio)

Contatti per informazioni vaccinoprofilassi:
dalle ore 8.00 alle ore 8.30 e dalle ore 13.00 alle ore 13.30 ai seguenti recapiti telefonici:
0706094713-4712-4710-4704