Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

Con “Que viva jazz club” Expo riparte dai piccoli palchi

Fonte: L'Unione Sarda
24 ottobre 2017

 

 

 

 

P rima che nascessero i grandi raduni en plein air, prima che gli appassionati iniziassero a gustarlo, come nel rock, in spazi all'aperto, compresi quelli in mezzo alla natura come accade da anni, il jazz pulsava nei club affascinando anche per la sua aura maledetta: era fumoso, notturno, spesso ai margini della legge. Senza nulla togliere ovviamente ai festival all'aperto, per molti, il jazz più bello, più libero e avventuroso, è quello che si continua a suonare e ascoltare nei club, a cui Jazz in Sardegna dedica quest'anno a Cagliari dal 31 ottobre al 5 novembre, attraverso l'European Jazz Expo, la sua trentacinquesima edizione, intitolata, manco a dirlo, “Que viva jazz club”.
Cinquantatré concerti sparsi tra Jazzino, B-Flat, Jazz-Art, Exma, VinVoglio, Bar Florio e lo storico negozio di strumenti musicali Dal Maso, offriranno un viaggio tra stili, epoche e approcci diversi. Un viaggio in cui gli appassionati potranno tracciare l'itinerario più adatto ai propri gusti.
JAZZINO Il club di via Carloforte offrirà 8 appuntamenti. Il 31, alle 22, la Paolo Nonnis Jazzino Orchestra con il cantante Vassil Petrov. Il giorno dopo, l'israeliano Avishai Cohen, trombettista tra i più apprezzati degli ultimi anni, accompagnato dai musicisti che compaiono nel cd “Cross my palm with silver” uscito in giugno per Ecm. Il 2 la clarinettista di Mogoro Zoe Pia, il 3 il bassista Steve Swallow col chitarrista Wolfgang Mutshspiel, il 4 e 5, la cantante brasiliana Maria Gadù, in solo.
B-FLAT Il locale di via del Pozzetto metterà in campo Matt Bianco, icona pop-soul-jazz degli anni Ottanta, di scena in settetto il 31 alle 20.30 e 22.30, e il giorno seguente invece con un unico appuntamento fissato per le 22.30. Il 2 e 3, alle 22.30, la singer Chiara Civello ritornerà a esibirsi in città dopo il concerto di qualche anno fa al Jazzino. Questa volta, però, sarà in trio. Il 4 il trombonista Mauro Ottolini con i Sousaphonix e il 5 Aziz Sahmaoui, virtuoso della mandola.
JAZZ ART E VIN VOGLIO Il 31 alle 21.30 al Jazz Art approderanno Massimo Ferra e Javier Girotto. Il giorno seguente la coppia si esibirà al Vin Voglio e il 2 alle 12 da Dal Maso. Al Vin Voglio e al Jazz Art, entrambi in via Lamarmora, ma situati in capi opposti, sbarcheranno Gavino Murgia e Ottolini.
FLORIO Al bar di piazza san Domenico transiteranno Arrogalla e il trombettista dei Ratapignata, Francesco Bachis, il 31 alle 12, Arrogalla e Francesca Corrias, il primo novembre, Alex P e Maurizio Marzo, il 2, TBA il 3, ancora Arrogalla, ma questa volta con Jeffrey, il 4.
EXMA Anche l'Exma di via san Lucifero parteciperà all'Expo con un ricco carnet di eventi, messi in campo fin dalla giornata inaugurale, e che troveranno spazio in una fascia oraria compresa tra le 12.30 e le 21. Un ruolo di primo piano, nel cartellone proposto nel centro culturale di via San Lucifero, l'avrà Radio X. Negli studi open air dell' emittente specializzata da anni in musica black e dintorni, diretta da Sergio Benoni, si consumeranno interviste e incontri con i musicisti. Tra i nomi che animeranno i pomeriggi del festival, quelli di Luca Mannutza con Roundella, il 31 alle 20, il Jazzin'on quartet (sul palco ogni giorno alle 13), TBA, Azzurra Parisi, Denise Gueye, Safir Nou, I Pupi di Surfaro, vincitori dello scorso Premio Parodi, il 2 alle 20, il quintetto del batterista Gianrico Manca, il 4 alle 20. Mauro Ottolini con il suo gruppo, impegnato il 5 in un omaggio a Buster Keaton, che alle 12 animerà la festa organizzata da Eje e Creuza de mà, e si concluderà con le selezioni musicali di Gianmarco Diana, legate al mondo delle colonne sonore
Carlo Argiolas