Rassegna Stampa

web sardiniapost.it

Al porto di Cagliari torna InvitaS: cinque giorni di cibo, stand e spettacoli

Fonte: web sardiniapost.it
24 ottobre 2017

Al porto di Cagliari torna InvitaS: cinque giorni di cibo, stand e spettacoli

Il porto di Cagliari ospita per il terzo anno la rassegna Invitas, “l’evento che ha lo scopo di tenere in vita le tradizioni, la storia, la cultura e le eccellenze enogastronomiche e artigianali della Sardegna”, hanno detto questa mattina gli organizzatori Alessia Litarru e Ivan Scarpa nella conferenza stampa di presentazione negli uffici dell’Autorità portuale con il presidente Massimo Deiana, la responsabile marketing dell’Ente, Valeria Mangiarotti, e l’assessora comunale al Turismo, Marzia Cillocu. Lungo le banchine tornano gli espositori di prodotti a chilometro zero – dall’olio ai formaggi passando per i vini -, ma anche la cucina e il cibo da strada, così come le creazioni di artigiani e hobbisti. Previste anche sfilate e rappresentazioni. L’inaugurazione è sabato 28 ottobre alle 11. Invitas si concluderà la sera del 1° novembre.

Nella prima giornata si comincia con maschere, costumi sardi e abiti rinascimentali. I protagonisti di InvitaS 2017 sfileranno per Calata Via Roma fino a raggiungere il piazzale del porto, dove ad attenderli ci saranno le autorità locali  che taglieranno il nastro della terza edizione. A conclusione della parata, il gesto de “Su Cumbidu”: donne in costume tipico sardo offriranno ai visitatori dolci tipici sardi. Alle 12 l’apertura degli stand, ma anche musica dal vivo. Dalle 21 la sfilata delle “Donne di Sardegna”, a cura dell’ Associazione Libera. Verranno rappresentate diverse figure: dalle cernitrici alle partigiane, ma anche le tessitrici, in omaggio a Maria Lai.

Domenica dedicata al Medioevo e al Rinascimento. Dopo l’apertura degli stand espositivi alle 10, ci sarà un corteo che evocherà le storie di quei periodi in Sardegna. Rappresenteranno il Medioevo i figuranti di Iglesias e di Guasila, mentre per il Rinascimento l’associazione “Castello Siviller marchesato di Villasor”. Lunedì 30 è dedicato a poesie e canti della Sardegna, il 31 al rito de “Is Annimeddas”, mentre il 1° novembre sono in programma “Le fruste del Campidano“, con esibizioni acrobatiche, e l’omaggio ai minatori di Buggerru, attraverso una fiaba che racconta quel passato, compreso l’eccidio del 4 settembre del 1904.

In tutto il porto saranno allestiti 150 stand con i prodotti alimentari e artigianali. I cuochi che animeranno Invitas saranno distribuiti in otto postazioni. In vendita ticket da 15 euro che darà diritto a tre portate più un bicchierino di mirto Zedda Piras che è lo sponsor della manifestazione. Per mangiare ci sono 700 posti a sedere, di cui 500 al coperto. Presenti anche sei birrifici artigianali. I figuranti attesi nei cinque giorni di evento sono oltre 220.