Rassegna Stampa

Web Ad Maiora Media

In questi mesi Zedda si giocherà la maglia da ‘capitano’ del centrosinistra per le elezioni regional

Fonte: Web Ad Maiora Media
21 ottobre 2017

In questi mesi Zedda si giocherà la maglia da ‘capitano’ del centrosinistra per le elezioni regionali

Dall’annuncio, dato su queste pagine, che Massimo Zedda sarebbe stato il candidato in pectore del centrosinistra per la prossima campagna elettorale regionale, al Sindaco non ne è andata bene una. Dalla sua posizione sulla questione dei migranti algerini, che continuano a sbarcare senza sosta nelle coste settentrionali dell’Isola, alla (mancata) pulizia delle strade nonostante il consistente aumento della Tari, passando per la sentenza del Tar che dispose l’annullamento dell’ordinanza sindacale di divieto ai locali di produrre musica sino alle 22, sino alla riduzione del Cosap del 95% per i commercianti che animarono l’evento “I love via Roma”, il Sindaco metropolitano è incappato in una serie di fastidiosi scivoloni in brevissimo tempo, come non gli era mai accaduto sinora.

Cosa ne è stato del Sindaco innovatore, quello che (secondo i suoi sostenitori) avrebbe cambiato il volto di Cagliari nel suo primo mandato? Dov’è finito quel ragazzo dalla faccia pulita, ora sostituito da un volto corrucciato e dal fare nervoso? Semplice: quando Zedda vinse le elezioni del 2011 era il volto nuovo, la giovane speranza al quale guardare per gli anni a venire. La città per cinque anni ha brulicato di cantieri da San Benedetto a via Roma, dalle vie commerciali sino al Poetto. Quello che pochi hanno avuto il coraggio di sottolineare è che la maggior parte di quei cantieri hanno potuto vedere la luce perché i fondi necessari alle opere di riqualificazione erano già nella disponibilità di Palazzo Baccaredda in quanto fu il centrodestra, guidato da Emilio Floris, a reperirli. Facile spendere denari che già sono presenti in cassa, difficile trovarne di nuovi, avviare investimenti, partecipare (e vincere) ai bandi europei.

Nella passata consiliatura, poco è stato fatto per dare a Cagliari un ulteriore sprint verso il futuro. Se ci fosse stata una gestione perfetta come quella a cui la maggioranza dei cagliaritani ha creduto di assistere nel passato mandato, come mai il Sindaco oggi pare essere (ad appena un anno dalla rielezione) all’angolo della scena politica. Probabilmente, Zedda sa che è in questi mesi che si giocherà la maglia da ‘capitano’ del centrosinistra per le elezioni regionali, nel countdown verso la candidatura per la Presidenza dell’Isola. Ma, a volte, è proprio quando ci sono i migliori auspici che gli atleti favoriti finiscono per deludere chi aveva scommesso su di loro. Se già i nodi stanno giungendo al pettine nel Capoluogo, cosa potrà fare Zedda per un’Amministrazione regionale che non ha capitali in cassa da sfruttare per cambiare volto, ma che, piuttosto, nella prossima legislatura, dovrà essere capace di intuire e correre verso un futuro che è già arrivato, ma che ci trova ancora fermi ai box.