Rassegna Stampa

web sardiniapost.it

Climathon, la sfida locale per il clima. Cagliari e Sassari tra le 240 protagoniste

Fonte: web sardiniapost.it
10 ottobre 2017

Climathon, la sfida locale per il clima. Cagliari e Sassari tra le 240 protagoniste

Soluzioni nuove di sviluppo sostenibile da ideare in ventiquattro ore: è lo scopo di Climathon, iniziativa planetaria sui cambiamenti climatici in programma il 27 ottobre in contemporanea in 242 città del mondo. Tra queste, anche Cagliari e Sassari. In cosa consiste? Ogni città lavorerà sulla sfida locale individuata per il clima, prima confrontandosi con gli esperti e dopo in diversi gruppi. L’idea elaborata sarà presentata e sottoposta al giudizio di una giuria di esperti che alla fine della giornata premierà la migliore, per esempio in riferimento alla qualità dell’aria, gli eventi climatici estremi, alla gestione dei rifiuti e delle risorse idriche. Lo scopo? Evidenziare a livello mondiale le azioni climatiche messe in campo nei territori, consentire un rafforzamento della cooperazione tra imprese, mondo della ricerca ed enti pubblici. L’iniziativa è promossa da Climate-KIC, il più grande partenariato pubblico-privato europeo (costituito da aziende, università, enti di ricerca ed enti del settore pubblico) che si occupa di innovazione per contrastare i cambiamenti climatici e con cui la Regione Sardegna ha sottoscritto un protocollo d’intesa nel giugno scorso. Quali sfide per le due più importanti città sarde? Cagliari – città circondata dall’acqua, tra mare e stagni di Molentargius e di Santa Gilla – propone il tema dell’acqua, intitolando l’evento: “Cagliari, a water city: use and re-use for climate adaptation”. La sfida lanciata è sull’uso e il riuso virtuoso dell’acqua per affrontare i cambiamenti climatici. A Sassari il focus è sulle infrastrutture verdi: la città vuole aumentare la propria resilienza per adattarsi agli impatti del cambiamento climatico, attraverso la pianificazione, progettazione e realizzazione di infrastrutture verdi come, ad esempio, tetti verdi, superfici permeabili, arboricoltura e selvicoltura urbana; spazi verdi, come parchi e aree verdi di quartiere. L’iniziativa è stata presentata nell’ambito di Sinnova, manifestazione in programma fino a sabato alla ex manifattura Tabacchi di Cagliari, presente l’assessora alla difesa dell’Ambiente, Donatella Spano. Che ha commentato: “L’iniziativa consente di rafforzare il dialogo con i territori di Cagliari e Sassari e di percorrere un’altra tappa del percorso di definizione del Piano regionale di adattamento ai cambiamenti climatici”.