Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

L'assessora Marras assicura: «La commissione è al lavoro» Caos viale Marconi Senso unico e ciclabili

Fonte: L'Unione Sarda
6 ottobre 2017

L'assessora Marras assicura: «La commissione è al lavoro» Caos viale Marconi Senso unico e ciclabili: dubbi e polemiche


«A che punto siamo con viale Marconi? C'è tanta incertezza sul progetto per il senso unico e timore per l'introduzione delle piste ciclabili». Il consigliere del gruppo misto Federico Ibba chiede aggiornamenti alla Giunta sulla lunga serie di interventi che stravolgerà i collegamenti tra il capoluogo e la parte orientale dell'hinterland.
LA PRIMA FASE Riguardo gli interventi propedeutici l'assessora alla Viabilità Luisa Anna Marras assicura che la commissione di gara è al lavoro e sta esaminando le pratiche ma, vista la delicatezza del momento, preferisce non intervenire. «La Giunta ha approvato un anno fa il progetto esecutivo - ricorda Ibba -, ma ancora non si è arrivati al risultato». Le proposte sotto esame riguardano un appalto da quasi due milioni che servirà per spianare la strada all'introduzione del senso unico in viale Marconi, da Quartu verso Cagliari.
IL PROGETTO Per uscire dal capoluogo si dovrà passare dalla strada arginale che costeggia il canale di Terramaini, il cosiddetto viale Marconi-bis. Gli interventi riguarderanno l'intersezione con via Mercalli e l'Asse mediano per gli accessi a Genneruxi con l'apertura della rampa d'ingresso verso via dell'Abbazia (evitando l'ottovolante sulle rampe) e la realizzazione di una rotatoria di 12 metri tra via Berlino, via Lione, via dell'Abbazia e via Stoccolma. Sarà sistemato anche lo svincolo per entrare nell'Asse da via dei Conversi. Il progetto complessivo prevede di rendere più fluidi gli ingressi e le uscite nell'Asse mediano per poi poter arrivare a viale Marconi bis e raggiungere Is Pontis Paris. Lì è prevista una serie di interventi con un appalto da 9 milioni, in fase di progettazione, ma ci sono anche fondi appositamente destinati alla mobilità ciclabile.
LA POLEMICA «Eravamo contrari all'istituzione del senso unico e ora vogliono cambiare i progetti per inserire le piste ciclabili - si lamenta Ibba - sarebbe un colpo letale per le attività che ci sono su quelle aree». Non ci saranno problemi, invece, secondo il presidente della commissione Mobilità Fabrizio Marcello. «Abbiamo un milione e 200 mila euro di fondi Por per il corridoio ciclabile Cagliari-Quartu - spiega - il compito è quello di collegare tutte le reti che arrivano in quella zona, sistemando anche la pista che costeggia il canale di Terramaini e creando collegamenti per le ciclabili che siano in massima sicurezza».
Marcello Zasso