Rassegna Stampa

web SardegnaOggi.it

Sinnova, il salone dell'innovazione apre i battenti

Fonte: web SardegnaOggi.it
6 ottobre 2017

Sinnova, il salone dell'innovazione apre i battenti

Sinnova, il salone dell'innovazione apre i battenti
Per il quinto anno consecutivo questa mattina il mondo dell'innovazione in Sardegna ha aperto le sue porte, e quelle della Manifattura Tabacchi di Cagliari, per dare vita a Sinnova 2017.



CAGLIARI - La prima giornata delle tre di cui quest'anno si arricchisce il Salone dell'innovazione della Sardegna, promosso da Sardegna Ricerche in collaborazione con l'assessorato regionale della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del territorio, è cominciata con il saluto del vice presidente della Regione, e assessore della Programmazione, Raffaele Paci, e del sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, accompagnati nel giro attraverso gli stand delle imprese, dal direttore generale di Sardegna Ricerche, Giorgio Pisanu.

"È sempre una grande soddisfazione dare il via a questa manifestazione, c'è molta vitalità nel settore dell'innovazione tecnologica: molti giovani e molte nuove start up vengono qui a presentare le proprie idee e si incontrano", ha sottolineato il vice presidente della Regione, Raffaele Paci. "La Sardegna è un ecosistema che mette insieme innovazione, capitale umano e collaborazione tra imprese e centri di ricerca e ci fa ben sperare per il futuro anche in termini di nuova occupazione". Per l'assessore della Programmazione "in Sardegna ci sono tutti gli ingredienti perché le start up si consolidino e restino sul mercato, abbiamo una forte presenza di venture capital, strumenti finanziari al servizio di queste imprese, e naturalmente non devono mancare le buone idee che riescano a vendere anche nel mercato".

 

"La Manifattura è stato un luogo di lavoro, di impresa e industria dei Monopoli di Stato ed è affascinante come, nel luogo che ha fatto un pezzo di storia della città, oggi si parli di nuova impresa, di ricerca scientifica e di innovazione", ha affermato il sindaco di Cagliari Massimo Zedda, precisando che anche Cagliari per il sostegno alle imprese sta dando una suo impulso: "Abbiamo i finanziamenti per il microcredito e il De Minimis per le imprese, ma soprattutto il governo ha lanciato un finanziamento che arriverà, sulla ricerca scientifica e l'innovazione tecnologica: 400 milioni di euro per l'intero paese. Questa per noi è un'occasione straordinaria per mettere insieme pubblico e privato e ottenere risorse per creare sviluppo e occupazione".

Oggi e domani si svolgerà la consueta esposizione delle innovazioni "made in Sardinia", mentre nella terza giornata di sabato 7, la novità di Sinnova, con la collaborazione dell'assessorato regionale della Pubblica Istruzione, saranno presentati a scuole e visitatori i laboratori finanziati nell'ambito del programma regionale Tutti a Iscol@. La mattinata di conferenze ha ruotato intorno ai temi della S3 (la Strategia di specializzazione intelligente) della Regione e ai suoi casi di successo, ai tavoli esperti di fama internazionale e rappresentanti di colossi dell'ICT.

L'edizione 2017 ospiterà nelle prime due giornate 99 imprese espositrici, divise in cinque settori di riferimento. A far da padrone il settore dell'ICT, con 60 aziende, poi turismo, cultura e ambiente in cui operano 19 imprese, le reti intelligenti per la gestione efficiente dell'energia con 9 soggetti, biomedicina con 7 e agroindustria con 4 aziende. Tra gli operatori partecipanti, 29 sono start up e 21 imprese femminili.

Saranno 11 gli enti e istituzioni presenti (Sardegna Ricerche, Università di Cagliari, Università di Sassari, Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato Pubblica Istruzione, Assessorato Industria, Assessorato Programmazione, CRS4, Porto Conte Ricerche, IMC, Joint Innovation Center), oltre alle due multinazionali Amazon e Huawei, il fondo di venture capital italiano Vertis e la Bei (Banca europea degli investimenti).

La terza giornata ospiterà invece 38 operatori economici del programma Tutti a Iscol@ - linea B2, che realizzeranno 32 attività dimostrative dei laboratori svolti nel corso dell'anno scolastico 2016/2017. Gli ambiti di azione sono 10 (Robotica educativa; Aeromobili a pilotaggio remoto; Inchiostro conduttivo, disegno e costruzioni; Fabbricazione digitale; Creatività urbana 3D; Connettere per capire con l'IoT; Cosa c'è nella città digitale?; Vetrina multimediale della cultura; Coding e pensiero computazionale; Cibo, conoscere per scegliere).