Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

Sicurezza, Marina zona rossa Da via Roma a viale Bonaria: il percorso sconsigliato di notte

Fonte: L'Unione Sarda
5 ottobre 2017

La mappa delle strade più a rischio tra fatti di cronaca e paura che cresce nei quartieri

Sicurezza, Marina zona rossa Da via Roma a viale Bonaria: il percorso sconsigliato di notte 

Di punto in bianco sembra essere diventata una città pericolosa: risse, furti, pestaggi, rapine. Un'escalation di reati che fa a pugni con la fama che tutti, nell'Isola e oltre Tirreno, le riconoscono: città tranquilla, dove si può ancora passeggiare per strada senza fare brutti incontri. Certo non tutte le zone di Cagliari sono uguali: se la Marina in questo periodo primeggia nelle cronache per i reati commessi dagli algerini, Is Mirrionis e Sant'Elia non sono da meno, così come il Poetto con litigi e violenze (anche sessuali) in riva al mare. Lo raccontano le pagine dei giornali. Il tutto, reati commessi, operazioni di carabinieri e polizia, percezione dei pericoli da parte dei residenti, aiuta ad avere il polso della situazione.
ZONE PIÙ ESPOSTE Cosa ne vien fuori? Non una vera e propria mappa (che si riuscirebbe a disegnare solo mettendo assieme in un unico puzzle gli interventi eseguiti da tutte le forze dell'ordine) ma una semplice “cartina” delle zone a rischio si può azzardare: ossia quelle più esposte al crimine, perché di passaggio e molto frequentate, come la zona di via Roma-fronte mare, bellissima da vedere dal porto ma non sempre rassicurante per chi ci passa o risiede. Il grido d'allarme della Marina, cuore della movida, è lanciato da Confesercenti e Consorzio del centro storico (120 iscritti fra alberghi, ristoranti e altre attività commerciali) attraverso i presidenti Davide Marcello e Gianluca Mureddu. «La Marina non è un quartiere malfamato, basterebbe che le forze dell'ordine fossero più presenti», è il messaggio rilanciato anche ieri dalla sede dell'Info-point di via Napoli, dopo il blitz dei carabinieri e l'arresto di cinque algerini per furti e risse. E gli altri punti sensibili? Un'indicazione può arrivare dall'indagine di Confartigianato: è sempre la Marina (con il 16 per cento di chiamate) il quartiere che reclama più attenzione sotto il profilo della sicurezza e dell'ordine pubblico, ex-aequo con la zona di piazza Giovanni XXIII, seguita da Stampace, Pirri, piazza Repubblica-via Dante, Is Mirrionis e Villanova. I dati, diffusi dall'associazione in vista del corso di autodifesa richiesto dalle imprenditrici, «non sono rappresentativi di alcun disagio», ma riguardano le aree della città, più ricche di attività commerciali e artigianali, dalle quali sono arrivate più chiamate per partecipare al corso. Zone della città nelle quali chi ci lavora (farmaciste, infermiere, commercianti, avvocate, commesse) chiede di essere attrezzato per ogni eventualità.
I VOLONTARI DELLA STRADA Sergio Mariotti, coordinatore di City Angels, guida da 5 anni una squadra che dà assistenza e cibo ai senzatetto. Batte tutte le strade a rischio: piazza del Carmine, piazza Matteotti, l'area attorno alla stazione. «La zona più calda parte da via Roma e arriva sino a viale Bonaria, dove c'è il Banco di Sardegna», spiega Mariotti. Sconsigliabili da percorrere nella notte anche via Sonnino (altezza Cariplo), piazza Deffenu (Palazzo Enel) e via Pirastu (Ispettorato del lavoro). «Non le consiglierei per una passeggiata sotto le stelle - dice Mariotti - negli ultimi cinque anni le cose sono peggiorate: prima i clochard erano di più ma tranquilli, ora invece ci sono tanti extracomunitari che bevono e sono aggressivi».
IL COMUNE Nell'ultima seduta del Consiglio comunale il sindaco Massimo Zedda ha comunicato di aver già chiesto alla prefetta una riunione del comitato sull'ordine pubblico e la sicurezza. Per ridare serenità alla città, Zedda ritiene necessaria «una maggiore presenza capillare sul territorio di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza: non potremo mai avere un agente all'angolo di ogni strada ma la presenza deterrente delle forze dell'ordine darà sicurezza a genitori, donne e tutti i cittadini».
Carla Raggio

Filtra per data

Ottobre
1
5
7
8
14
15
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31