Rassegna Stampa

web sardiniapost.it

Dodicesima edizione per festival Tuttestorie, mercoledì a Cagliari l’anteprima

Fonte: web sardiniapost.it
3 ottobre 2017

Dodicesima edizione per festival Tuttestorie, mercoledì a Cagliari l’anteprima

Con l’anteprima di mercoledì 4 ottobre, al via a Cagliari la dodicesima edizione del Festival Tuttestorie di letteratura per ragazzi “Dipende da come mi abbracci. Racconti, visioni e libri sui Legami che ci fanno noi” che a partire dal 5 si sposta nella sede dell’Exma di via San Lucifero e contemporaneamente inizia un decentramento in altri 17 comuni dell’Isola (Assemini, Carbonia, Decimomannu, Decimoputzu, Elmas, Gonnesa, Iglesias, Isili, Posada, Ruinas, Sanluri, Siliqua, Sinnai, Vallermosa, Villacidro, Villasor, Villaspeciosa) dove sono previsti appuntamenti fino al 13 ottobre

Ideato e organizzato dalla Libreria per Ragazzi Tuttestorie, e progettato in collaborazione con lo scrittore Bruno Tognolini, l’edizione 2017 sarà dedicata al tema dei Legami. Legami di affetto, amicizia, devozione. Legami fra le persone, le persone e le cose, le persone e gli animali. Legami e tagliatori di legami: abbandoni, migrazioni, morte. Legami che ci cambiano. Legami fra lettori e libri. Legami fra libri. Legami fra un festival di libri e i suoi lettori. Un telaio di fili umani, visibili e invisibili, fra letteratura, arte e vita con cui abbiamo costruito dodici anni di festival.
Il Festival, che ha ottenuto la Effe Label, marchio di qualità riconosciuto ai principali festival europei, si svolgerà a Cagliari fra l’Exma, la Mediateca del Mediterraneo, il Teatro Massimo, il Cinema Odissea, la Biblioteca Comunale di Pirri, la Libreria per Ragazzi Tuttestorie e gli Ospedali Microcitemico e Brotzu, mentre negli altri comuni verrà ospitato fra biblioteche e scuole.

Inserito nella rete 10 Nodi, il programma prevede circa 350 appuntamenti, rivolti ai bambini e ragazzi da 0 a 16 anni e adulti curiosi, con più di 90 ospiti fra scrittori, illustratori, artisti, narratori, musicisti, attori, danzatori, scienziati, musicisti, giornalisti, protagonisti di incontri, laboratori, spettacoli, narrazioni, performance, mostre, proiezioni cinematografiche ed eventi speciali, in un intreccio fra diverse forme d’arte e discipline.

Anteprima dunque il 4 ottobre, con due appuntamenti rivolti al pubblico adulto. Il caffè Babeuf (inaugurazione alle ore 19, in via Giardini 174) ospita Incontri Inattesi, una mostra di illustrazioni originali di Gioia Marchegiani, autrice delle tavole del libro Il campanellino d’argento, edito da Topipittori su un racconto di Maria Lai, e Mariachiara Di Giorgio, il cui ultimo silent book, Professione coccodrillo, sempre pubblicato da Topipittori, ha ricevuto il Prix Talent Cultura assegnato dai librai francesi. In questa mostra doppia, Mariachiara Di Giorgio e Gioia Marchegiani ci propongono una selezione dei loro lavori intrecciando due stili diversi, uno scambio di sguardi sul mondo, nel confronto tra la loro poetica individuale e il nostro personale modo di vedere e sentire. Le presenta Marco Peri, storico dell’arte esperto in didattica museale. Il 7 e 8 ottobre è in programma al May Mask ‘Illustrare sul filo. Possibili modi di cercare, immaginare e realizzare un’idea’, workshop con le due artiste per illustratori e aspiranti. Sarà l’occasione per sperimentare il valore del lavoro di gruppo e delle contaminazioni che si generano attraverso esercizi-gioco per realizzare un prototipo di libro sul quale testo e immagini giocano a rincorrersi “sul filo” di una storia. Iscrizioni aperte su tuttestorie@tiscali.it.

La serata di mercoledì 4 ottobre prosegue alle 20 al May Mask (via Giardini 149) con ‘Le ultime estati’, incontro con Wu Ming4 intervistato da Giordana Piccinini (Associazione Hamelin), in collaborazione con Marina Cafè Noir e Progetto Xanadù, con letture di Giacomo Casti. A partire dalla lettura del romanzo Il piccolo regno (Bompiani) una conversazione con l’autore sul mistero dell’infanzia e la sua alterità, sulla sfida nel cercare di rappresentarla proprio nel momento in cui sfugge e sulla tradizione che ha creato il mito nostalgico de “L’età d’oro”.
Wu Ming 4 è’ uno dei membri di Wu Ming, collettivo di narratori nato nel 2000, già autori del romanzo Q con lo pseudonimo Luther Blissett (Einaudi Stile libero, 1999). Tra i loro romanzi di gruppo figurano 54 (2002), Manituana (2007), Altai (2009), L’Armata dei Sonnambuli (2014), pubblicati da Einaudi Stile libero. Da “solista” per Einaudi Stile Libero Wu Ming4 ha pubblicato il romanzo Stella del mattino (2008). Tra le altre pubblicazioni Il piccolo regno. Una storia d’estate (Bompiani 2016), Difendere la terra di mezzo. Scritti su J.R.R. Tolkien (Odoya 2013) e L’eroe imperfetto (Bompiani 2010).

 

Filtra per data

Ottobre
1
3
7
8
14
15
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31