Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

G7, traghetti. Pigliaru fa la voce grossa, ma Tirrenia lo smonta: “Il contratto non si tocca fino al

Fonte: Vistanet Cagliari
22 giugno 2017

G7, traghetti. Pigliaru fa la voce grossa, ma Tirrenia lo smonta: “Il contratto non si tocca fino al 2020”
  
 

«Abbiamo già avuto dei primi incontri con la Giunta, ma il contratto scade a luglio 2020 e dovrà seguire i tempi previsti dalla sua scadenza naturale. Possiamo lavorare nel frattempo per immaginare gli sviluppi successivi alla scadenza». La Tirrenia, nella figura dell’amministratore delegato Massimo Mura, ha replicato seccamente ai microfoni dell’agenzia Dire alle parole del presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru che in mattinata in occasione della conferenza stampa organizzata da Conftrasporto e Tirrenia sul traghetto Janas della compagnia di navigazione, aveva detto che il contratto per i trasporti marittimi andrebbe «rivisto».

«Abbiamo ereditato un contratto di servizio attraverso la privatizzazione di Tirrenia – ha aggiunto Mura – certamente l’impegno dell’azienda è di rispettare in modo assoluto questo contratto che regola frequenze, caratteristiche delle nuove navi e tariffe. Ogni contratto è perfettibile e migliorabile, abbiamo confermato anche oggi pubblicamente di essere pronti a sederci al tavolo per discutere di sviluppi e upgrading del contratto stesso».



«La Regione Sardegna – aveva osservato Pigliaru stamattina – ritiene che il contratto di servizio tra Stato e Tirrenia che riguarda il trasporto marittimo debba essere rivisto. Aspetti del contratto non sono coerenti con l’idea di continuità che abbiamo in mente. Si tratta comunque di un punto di cui abbiamo già discusso con il ministro dei Trasporti e delle infrastrutture Graziano Delrio. In quanto a certezza di orari e di tariffa c’è di sicuro qualcosa che non funziona».