Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Venti milioni di euro dalla Regione per i tirocini di 6mila giovani sardi

Fonte: Vistanet Cagliari
19 giugno 2017

Venti milioni di euro dalla Regione per i tirocini di 6mila giovani sardi
  

L’annuncio è di quelli ad effetto: saranno seimila i sardi che potranno beneficiare dei tirocini promossi dall’assessorato regionale del Lavoro e dall’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (Aspal). Per loro ci sono 20 milioni di euro.  Destinatari dei finanziamenti i cosiddetti  Neet (ragazzi che non lavorano e non studiano) di età compresa tra i 18 e i 29 anni e i disoccupati dai 30 anni in su. Le risorse arrivano dal Fondo Sociale Europeo.

Il percorso è stato illustrato ieri dall’assessore regionale del Lavoro, Virginia Mura, e dal direttore dell’Aspal, Massimo Temussi, avrà una durata di sei mesi e un impegno di 30 ore settimanali. Al tirocinante sarà riconosciuta un’indennità mensile di 450 euro lordi, di cui 300 saranno a carico del cofinanziamento pubblico e i restanti 150 euro del soggetto ospitante. Le domande potranno essere presentate dal 1 luglio.



«I tirocini non sono solo una misura di politica attiva – ha chiarito Mura – ma anche una delle porte d’accesso al mercato del lavoro. C’è stato un uso distorto del loro utilizzo e non solo nel nostro territorio. Non vogliamo fornire manodopera gratuita alle aziende, ma desideriamo che le imprese serie e responsabili presentino un piano che consenta di individuare le mansioni che la persona dovrà poi svolgere in azienda. Quando si parla di tirocinio di qualità, questo si trasforma spesso in rapporto di lavoro stabile. Difficilmente un’impresa si priva di una risorsa che ha formato. L’ispettorato del lavoro darà, inoltre, un apporto di consulenza, per cercare di risolvere eventuali problemi e dare i chiarimenti necessari alle aziende».