Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Cagliari città pedonale: prevista la pedonalizzazione sperimentale di via Roma, Largo Carlo Felice e

Fonte: Vistanet Cagliari
31 maggio 2017

Cagliari città pedonale: prevista la pedonalizzazione sperimentale di via Roma, Largo Carlo Felice e Piazza Garibaldi
  

Cagliari si appresta a diventare sempre di più una città a misura di pedone. Oltre alla sperimentazione della pedonalizzazione di via Roma, è al vaglio l’ipotesi di sperimentarla anche per il Largo Carlo Felice.

«È previsto un allargamento della Piazza fino a via Manno, la riduzione delle carreggiate del Largo con ampliamento dei marciapiedi e conseguente modifica della viabilità», afferma Matteo Massa, consigliere comunale del gruppo Progressisti Sardi.

Stamane c’è stato un incontro in Commissione mobilità e traffico a Palazzo Bacaredda con i rappresentanti dei commercianti, nel quale si è discusso proprio sulla questione pedonalizzazione delle vie del centro storico. Il presidente della Commissione Fabrizio Marcello ha illustrato le proposte in campo e ascoltato il parere della controparte.



I rappresentanti dei commercianti e di Confesercenti Davide Marcello (presidente), Emanuele Frongia (presidente del Consorzio del Corso Vittorio Emanuele) e Alberto Melis, si sono detti molto favorevoli ma allo stesso tempo chiedono che si trovi una soluzione alternativa al problema dei parcheggi che inevitabilmente si andrebbero a perdere.  La mozione non è ancora pronta perché la si sta preparando sentendo il parere di residenti e commercianti.

Nel frattempo la Giunta ha dato il via libera alla parziale pedonalizzazione sperimentale della nuova piazza Garibaldi, per il periodo tra il 1° giugno e il 1° novembre. La delibera, proposta dall’assessore alla Mobilità Luisa Anna Marras, prevede la pedonalizzazione tutti i giorni della settimana e 24 ore su 24 nel tratto di piazza già riqualificato.

Potranno sostare e circolare solo i mezzi  di soccorso, quelli destinati ai servizi per disabili, le auto delle forze dell’ordine e quelli di emergenza. Potranno ovviamente transitare anche i  veicoli diretti ai parcheggi delle abitazioni private.