Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Liberarsi dalle dipendenze senza farmaci: una rivoluzionaria ricerca condotta in Sardegna che ora po

Fonte: Vistanet Cagliari
30 maggio 2017

Liberarsi dalle dipendenze senza farmaci: una rivoluzionaria ricerca condotta in Sardegna che ora potremmo supportare tutti
  

I Supermercati Gieffe e l’Università degli Studi di Sassari si uniscono per una buona, anzi un’ottima causa: finanziare la ricerca scientifica contro le dipendenze. La raccolta fondi “Liberi dalle Dipendenze” è già attiva in tutti i supermercati del gruppo. Supportare il team di ricercatori è facilissimo: basterà effettuare una donazione libera direttamente in cassa arrotondando il valore di resto della spesa, a partire da 1 solo centesimo. Tutti i fondi raccolti verranno devoluti al Laboratorio di Neuroscienze Cognitive “G. Minardi” del Dipartimento di Chimica e Farmacia dell’Università di Sassari guidato dal Prof. Marco Diana, la cui ricerca, insieme al suo gruppo di lavoro, è finalizzata al trattamento delle dipendenze tramite l’applicazione di campi elettromagnetici in alcune aree del cervello (TMS), metodologia clinica che ha l’obiettivo di curare i soggetti in terapia senza farmaci e debellare gli stati di dipendenza da cui sono afflitti (es. alcool, droga, gioco, ecc).


La ricerca scientifica ha bisogno di risorse e Supermercati Gieffe ha pensato di coinvolgere i propri clienti per una nobile causa. La ricerca scientifica del Prof. Diana e del suo team investiga principalmente 2 macro aree: la patogenesi (quali sono i processi e i meccanismi neurobiologici alla base della patologia e che inducono il comportamento patologico) e la terapia (il ripristino del comportamento del cervello ad una condizione pre-patologia). Circa il 25% delle terapie farmacologiche ha scarsa risposta da parte dei soggetti sottoposti a trattamento e presenta numerosi effetti collaterali. Inoltre, specifiche dipendenze, come per esempio quelle da psicostimolanti come cocaina ed amfetamine non hanno farmaci specifici. La Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS), offre un possibilità non farmacologica e praticamente priva di effetti collaterali con buone percentuali di successo delle terapie, che negli studi disponibili nella letteratura scientifica raggiungono il 75-80%. Altro fattore importante è la limitata invasività. La terapia si può infatti effettuare a livello ambulatoriale col paziente sveglio e cosciente in sedute della durata di 15-20 min con protocolli specifici di circa 2-3 mesi.

Un team di ricerca d’eccellenza e una catena di supermercati con in comune l’appartenenza alla nostra isola e l’obiettivo di voler agire per un qualcosa di concreto e utile. Le dipendenze, il male del nostro secolo, fino a pochi anni fa erano viste come un vizio o semplicemente una “cattiva abitudine” superabile con la semplice volontà. Oggi la dipendenza è riconosciuta invece come una vera e propria condizione patologica complessa che coinvolge la sfera biologica, psicologica e sociale e come tale, va trattata e curata.