Rassegna Stampa

Web Ad Maiora Media

AMBIENTE, Via libera al programma 2017-2019 e al bilancio dell’Arpas

Fonte: Web Ad Maiora Media
19 maggio 2017

AMBIENTE, Via libera al programma 2017-2019 e al bilancio dell’Arpas
 


AmiantoControllo degli impianti di depurazione, presidio sui procedimenti riguardanti siti contaminati, supporto alle ex Asl nella campagna di monitoraggio delle acque di balneazione. Sono alcune della attività effettuate nel 2016 dall’Arpas, i cui laboratori specialistici hanno lavorato a pieno regime anche per il controllo e la prevenzione della legionella e per quelli sull’amianto. L’agenzia regionale ha ottenuto il via libera al “Programma di attività 2017-2019” e al Bilancio di previsione 2017-2019  da parte del Comitato regionale di coordinamento, nato con la legge istitutiva dell’Arpas (n.6/2006) – di cui fanno parte i sindaci di Modolo, Omar Hassan, di Tergu, Gianfranco Satta, e di Baradili, Lino Zedda e, di diritto gli assessori della Difesa dell’Ambiente e della Sanità.


“L’agenzia è cresciuta molto in questi tre anni e ha rafforzato la propria presenza sul territorio e nell’ambito nazionale” ha detto l’assessore alla Difesa dell’Ambiente Donatella Spano che, aprendo i lavori del Comitato, ha  sottolineato il ruolo di terzietà che l’Arpas ha sempre avuto, insieme all’indipendenza del ruolo nella tutela ambientale. Il direttore generale, Alessandro Sanna, che ha proposto e illustrato il programma, ha riassunto il lavoro fatto “con fatica, per le criticità legate alla carenza di personale, ma riuscendo ad ottenere risultati importanti. Stiamo lavorando per l’implementazione della rete, per la formazione nell’ambito della Protezione civile e previsione meteo, con il supporto nel 2016 per l’emissione di 38 avvisi di criticità. Abbiamo garantito la funzionalità della rete di monitoraggio della qualità dell’aria, attuato il programma di controlli sugli impianti soggetti ad autorizzazione integrata ambientale (AIA). Abbiamo raggiunto – ha concluso – uno degli obiettivi assegnatici dall’assessore, quello di essere presenti a livello nazionale: ripeteremo a Cagliari la Summer School con le agenzie di tutta Italia, a settembre, e ci è stato chiesto di organizzare la Water Conference”.

“Ora è importante recepire la legge 132 del 2016 che prevede l’istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente, strumento che consente di prevedere aggiustamenti dell’organizzazione interna dell’Arpas e delle sue attività – ha concluso l’assessore Spano -. Anche con il contributo del Comitato procederemo con l’aggiornamento della legge regionale che ha istituito l’agenzia”. (red)

(admaioramedia.com)