Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Festa rossoblù in Municipio: Giulini, Rastelli e calciatori premiati dal sindaco Zedda

Fonte: Vistanet Cagliari
17 maggio 2017

Festa rossoblù in Municipio: Giulini, Rastelli e calciatori premiati dal sindaco Zedda
  
 

Una salvezza raggiunta con largo anticipo, un impegno che non è mai venuto meno nonostante i tanti infortuni. Anche quest’anno la maglia è stata onorata.  E per festeggiare la permanenza in serie A,  il sindaco Massimo Zedda, il presidente del Consiglio comunale Guido Portoghese, la Giunta e i consiglieri di maggioranza e opposizione hanno premiato questo pomeriggio la squadra del Cagliari al completo, lo staff tecnico e i dirigenti della Società.

La cerimonia ufficiale si è svolta nell’Aula consiliare del Municipio di via Roma.  Il Comune ha consegnato un riconoscimento alla Società e una pergamena celebrativa a ogni singolo giocatore. Il Capitano rossoblù Daniele Dessena invece ha consegnato una maglia ufficiale da gara al presidente del Consiglio comunale Guido Portoghese e una casacca celebrativa dello scudetto al sindaco Zedda.

 

Da sinistra: Daniele Dessena, Guido Portoghese, Massimo Zedda e Tommaso Giulini.
«Sono qui da tanti anni e ho visto che la gente vive per noi – ha dichiarato Dessena – A loro promettiamo che daremo sempre il massimo». Il presidente Tommaso Giulini ha accennato agli arresti di questa mattina di alcuni suoi collaboratori della Fluorsid, azienda di sua proprietà , con l’accusa di disastro ambientale: «Persone che considero come miei familiari sono trattati come dei criminali. Tuttavia, ho fiducia nella giustizia. Per 50 anni abbiamo operato con grande senso di responsabilità nei confronti del territorio, del popolo sardo e dei nostri dipendenti». Riguardo alla squadra , Giuliani promette: «Ci impegneremo anche per i prossimi anni a tenere alta la bandiera del Cagliari e di tutta la Sardegna».

«Ringraziamo la squadra per il lavoro che svolgono per l’immagine non solo della città ma di tutta la Sardegna – ha detto Zedda – Oggi, come in passato, il Cagliari rappresenta riscatto della nostra isola. Basti vedere che i sardi che vivono all’estero portano quasi sempre con se la bandiera dei quattro mori e quella del Cagliari come segno di attaccamento alla propria terra». Il primo cittadino poi sogna in grande: «Festeggiare un altro scudetto non sarebbe male e non è una cosa impossibile, basta crederci. A voi il compito di farci sognare».

Il tecnico rossoblù Massimo Rastelli si è detto orgoglioso di allenare la squadra della Sardegna: «Rappresentiamo una città e un’isola. Da parte nostra c’è dedizione totale per portare sempre a casa il risultato. Siamo tornati velocemente in serie A e ci siamo impegnati a mantenere questa categoria, cosa non facile per una neo-promossa.  I nostri ragazzi hanno fatto tanti sacrifici per rimanere in serie A. La salvezza è arrivata con largo anticipo . Anche  domenica la squadra ha dimostrato grande professionalità contro l’Empoli. Indossiamo una maglia storica e dobbiamo onorarla ogni partita».