Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

Al Palazzo Viceregio la giornata mondiale dello sport

Fonte: L'Unione Sarda
29 marzo 2017

Al Palazzo Viceregio
la giornata mondiale dello sport Un lungo, intenso pomeriggio di ricordi, testimonianze, aneddoti. Dalle 16,30 in poi, come fosse una vera maratona, nella sala consiliare del Palazzo Viceregio, la Prefettura, in collaborazione con la Fondazione Francesco Alziator, terrà la celebrazione per festeggiare in città la “Giornata mondiale dello sport”, la ricorrenza istituita il 23 agosto 2013 dall'Assemblea generale delle Nazioni unite.
L'appuntamento è per il 6 aprile.
Atleti di ieri e di oggi, campioni del passato ed “eroi“ del presente si contenderanno il microfono per narrare le loro gesta e soffermarsi sui momenti indimenticabili delle loro carriere sportive. Con loro numerose personalità del mondo dello sport, del giornalismo e della cultura; e ancora le autorità politiche, istituzionali e religiose.
Chi ama lo sport non potrà non esserci. Di certo non mancheranno quegli uomini e quelle donne che hanno legato il loro nome alle molteplici discipline: agli sport di massa, i più seguiti come storicamente è stato ed è il calcio, ma anche gli altri come la vela, il tennis, le arti marziali. E il rugby, che in questi ultimi anni, grazie ai successi della nazionale o alle storiche “battaglie” delle squadre sarde - in testa quella di Capoterra - sta raccogliendo sempre maggiori consensi di pubblico e appassionati.
Non poteva mancare “Rombo di tuono”, non poteva non esserci Gigi Riva, campione di sport e di umanità. E non poteva non esserci Andrea Mura, che si prepara alla nuova stagione di regate. E ancora il maestro Pietro Corona, pioniere dello judo e cintura bianco-rossa sesto dan, 46 anni di attività ininterrotta. Con loro alcuni atleti dell'Audax di Capoterra, atleti del Comitato paraolimpico e lo scrittore Nanni Boi. (a. pi.)