Rassegna Stampa

web sardiniapost.it

Bambini in consiglio comunale, progetto cagliaritano partecipa al bando Aviva

Fonte: web sardiniapost.it
29 marzo 2017

Bambini in consiglio comunale, progetto cagliaritano partecipa al bando Aviva

La città non può essere solo dei bambini, ma deve essere anche dei bambini e non solo degli adulti: con questa idea è nato due anni fa il progetto Cagliari, città anche delle bambine e dei bambini, iniziativa che mira a promuovere la partecipazione dei piccoli alla vita sociale, culturale e amministrativa della città e a creare una rete cittadina di quartieri a misura di bambino. Il progetto è stato oggi selezionato da Aviva Community Fund e concorre a un premio di 15 mila euro di finanziamento per la realizzazione delle attività.

“Il modello di riferimento considerato – spiegano gli ideatori del progetto cagliaritano Maurizio Murino, Aurora Simeone e Francesca Caldara per il Teatro del Sale – è quello suggerito dall’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione CNR, che da diversi anni ha istituito il Progetto internazionale La città dei bambini di cui il Consiglio dei bambini rappresenta una delle attività più importanti. Con queste premesse è stato avviato nel 2015, grazie a Cagliari capitale della Cultura 2015, il Consiglio delle bambine e dei bambini (Cdbb) di Cagliari composto da 28 membri provenienti dalle classi quarte e quinte delle scuole primarie della città e con il sostegno del Comune”.

Il consiglio comunale dei piccoli è stato nominato nelle scuole aderenti con il metodo del sorteggio e rappresenta tutti i bambini, anche se le classi coinvolte sono solo le quarte e le quinte. “Per quanto riguarda i ruoli – spiegano ancora gli ideatori del progetto cagliaritano – il modello non scimmiotta quello degli adulti e non prevede l’elezione di sindaco e assessori, ma considera tutti i bambini come consiglieri senza nessuna distinzione. Il Consiglio dei bambini è stato formato per metà da bambine e metà da bambini e il suo insediamento è avvenuto il 14 dicembre 2015 in Aula Consiliare in presenza del Sindaco Massimo Zedda e dell’allora assessora Enrica Puggioni; attualmente è in carica il secondo Cdbb. Il progetto ha inoltre avviato un’altra attività pilota: i più piccoli sono stati coinvolti nella progettazione e nella realizzazione di una parte del cortile del Nido d’infanzia Comunale Il mondo dei piccoli nel quartiere CEP”.

Per sostenere il progetto Cagliari, città anche delle bambine e dei bambini ci si può iscrivere sul sito Aviva Community Found e votare (con un massimo di 10 voti) a questo link  sino alle ore 18.00 del 30 marzo 2017. Saranno premiate le cinque idee che avranno ricevuto più preferenze.

“Al momento siamo 12esimi su 189 progetti; un nuovo finanziamento ci permetterà di continuare a dare voce al Consiglio delle bambine e dei bambini di Cagliari che si riunirà con cadenza mensile per rappresentare le esigenze dei bambini di tutta la città. Potremo coprire le spese organizzative, logistiche e dei professionisti coinvolti e consentire l’avvio di altre attività di intervento architettonico, artistico, sociale e culturale nelle scuole, partendo da quelle emblematiche e multietniche, come quelle site nel cuore della città”.