Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Botellón a viale Fra Ignazio, l’ennesima festa che diventa degrado

Fonte: Vistanet Cagliari
13 marzo 2017

Botellón a viale Fra Ignazio, l’ennesima festa che diventa degrado

In Spagna li chiamano botellón: ci si incontra in una piazza e si beve un bicchiere con gli amici in allegria prima di andare a ballare in discoteca. Questa tradizione, radicata nei costumi del paese iberico, da una decina d’anni è diventato un modo anche per gli studenti sardi di ammortizzare le spese del sabato sera. La location designata è viale Fra Ignazio, nella piazzetta con vista anfiteatro. Il problema è che troppo spesso questa piazza la mattina dopo i botellón si mostra ai cagliaritani come una discarica a cielo aperto.


Ciò che rimane del botellon in viale Fra Ignazio la mattina del 12 marzo
Questa mattina la piazza era ricoperta di centinaia di bottiglie vuote di birra, liquori e vino, bicchieri di plastica e buste della spazzatura piene di qualsiasi genere di rifiuto. Tanti cagliaritani all’uscita della Messa nella chiesetta di Fra Ignazio hanno “ammirato” tristemente lo spettacolo di inciviltà lasciato da quanti utilizzano uno dei luoghi più affascinanti della città per divertirsi, senza poi adoperarsi perché tutto ritorni come era stato trovato.



Il fenomeno non riguarda solo Cagliari ovviamente. Nella stessa Spagna, dove il botellón è una vera e propria istituzione, alcune amministrazioni cittadine sono arrivate a doverli vietare. Le polemiche hanno interessato tantissime altre città in Italia. A Cagliari l’amministrazione comunale, per motivi molto simili, è arrivata a dover vietare per un periodo il consumo all’aria aperta di bevande alcoliche in vetro in determinate aree della città, come il quartiere Marina. Ora la palla passa ai diretti responsabili del degrado che troppo spesso si manifesta in viale Fra Ignazio. Basterebbe un pizzico di educazione per evitare misure drastiche da parte di chi di dovere.