Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Gigi Riva, il più grande di tutti, ha ricevuto il Collare d’Oro, massima onorificenza sportiva

Fonte: Vistanet Cagliari
13 febbraio 2017

Gigi Riva, il più grande di tutti, ha ricevuto il Collare d’Oro, massima onorificenza sportiva



Sedicimila persone in piedi ad applaudire il più grande di tutti. Il momento più emozionante della serata di Cagliari-Juventus è stato il prepartita.

Prima della sconfitta di questa sera con la capolista, è andato in scena il tributo dello sport italiano e di tutto lo stadio Sant’Elia a Gigi Riva, che ha ricevuto il Collare d’Oro dal presidente del CONI Malagò: «Scusate, non riesco a trattenere l’emozione – ha confessato il campione rossoblù, che ha poi scherzato al microfono – purtoppo le mie nipotine sono tutte femmine, non ci sarà più un attaccante con il mio cognome».

 

Gigi Riva e Mario Brugnera.
Quindi le parole di Malagó: «Riva è stato il simbolo di una città, di una regione, del calcio. Questo premio è per i più grandi fra i grandi». L’omaggio, la maggiore onorificenza italiana a livello sportivo, è stato consegnato nella mani di un Riva visibilmente emozionato, primo ex calciatore a riceverla, perché Rombo di Tuono non è stato un patrimonio soltanto dell’Isola, ma di tutto lo sport nazionale. Tutti si sono uniti all’abbraccio del popolo rossoblù: dai tifosi juventini, sardi e non, ai suoi compagni di mille battaglie Tomasini, Brugnera, Poli e Greatti, presenti al suo fianco al momento della premiazione in un legame che non si è mai interrotto, perchè uno scudetto col Cagliari non te lo dimentichi mai. Sorrisi e applausi anche dai due capitani di stasera, Dessena e Buffon. In particolare il portiere e capitano della Nazionale non ha risparmiato sorrisi e abbracci, strette di mano e sguardi di ammirazione per Riva, che per anni è stato team manager della Nazionale, accogliendo e proteggendo tutti i ragazzi che hanno coronato il sogno di vestire la maglia azzurra, portierone bianconero compreso. E la storia di Riva, rossoblù nel cuore, è una storia tinta di azzurro: è ancora suo il record di reti segnate con la maglia della nazionale, ben 35 in sole 42 presenze. Si sono uniti al tributo anche il presidente del Cagliari Tommaso Giulini e tutti i giocatori in campo, perché Riva è un patrimonio di tutti. Da cinquant’anni, al di là della maglia, al di là dei colori.