Rassegna Stampa

L'Unione Sarda

Taxi, in viaggio con tariffe fisse La vicesindaca Marras: «I prezzi erano invariati dal 2006»

Fonte: L'Unione Sarda
13 febbraio 2017

COMUNE. Dal primo marzo spesa certa per raggiungere ospedali, aeroporto e Poetto Taxi, in viaggio con tariffe fisse La vicesindaca Marras: «I prezzi erano invariati dal 2006» 

Dal primo marzo viaggiare in taxi non riserverà più sorprese. Le corse da e per l'aeroporto, gli ospedali e il Poetto avranno tariffe fisse. Lo stabilisce una delibera di Giunta frutto dell'accordo fra le tre cooperative che rappresentano 95 dei 105 titolari di licenze e il Comune. Non solo chiarezza e trasparenza nelle tratte cittadine più delicate , ma anche un adeguamento alle tariffe ordinarie urbane che erano invariate da 11 anni. Tanto rimane ancora da fare, soprattutto per il trasporto dei disabili: solo un taxi è dotato di pianale per la salita delle carrozzine. Gli altri cinque autorizzati hanno il permesso ma non tutte le attrezzature sufficienti per un comodo e sicuro imbarco del passeggero.
COSA CAMBIA La novità relativa al trasporto pubblico cittadino è stata illustrata ieri dal sindaco Massimo Zedda, dall'assessora alla Viabilità (e vicesindaca) Luisa Anna Marras e i vertici delle coop 4 Mori (78 soci), Rossoblù (13) e Taxi Cagliari (4). «Maggiori offerte per gli utenti abituali, ampliamento dei servizi in linea con i cambiamenti delle abitudini della clientela e ricerca di nuove fasce di potenziali utenti con conseguente adeguamento delle tariffe: il servizio taxi in città deve tenere conto dei mutamenti in corso nel quadro della mobilità urbana e offrire quindi contenuti innovativi in grado di soddisfare la domanda di accessibilità e sostenibilità», ha spiegato l'assessora. «La novità delle tariffe fisse accresce l'offerta del servizio di trasporto pubblico non di linea. Il servizio taxi, integrato nel sistema di trasporto urbano, viene così inserito nell'ambito della politica della mobilità sostenibile e dei trasporti portata avanti dal Comune, con l'obiettivo di una città accessibile e sostenibile».
TASSAMETRO CHIARO Il cuore della delibera sono le tariffe fisse per percorsi prestabiliti. Sono previste tariffe ordinarie urbane ed extraurbane, l'introduzione di numerose tratte con costo fisso verso ospedali e aeroporto. Per incentivare l'uso del taxi anche da parte dei turisti o dei cagliaritani che non vogliono rischiare di passare ore a caccia di un parcheggio o di essere multati, è stata studiata anche una tariffa standard per il Poetto (sino allo stabilimento Ottagono). «Nel segno della trasparenza abbiamo anche deciso di aumentare le stazioni di fermata dei taxi, dove verranno installati pannelli informativi sulle tariffe», ha precisato l'assessora. «Vogliamo assicurare i livelli essenziali di offerta e migliorare il servizio in termini qualitativi e quantitativi, così da implementare l'utilizzo dei taxi anche tra le fasce di utenti meno inclini a usufruirne e, di conseguenza, incentivare ulteriormente l'utilizzo di mezzi alternativi a quello privato».
I TASSISTI Claudio Loddo è il presidente della cooperativa 4 Mori. «Abbiamo fatto un'indagine di mercato seria basandoci sugli aumenti Istat e finalmente siamo riusciti ad adeguare le tariffe». Cosa cambia a parte la novità delle tratte per ospedali, aeroporto e Poetto? «È aumentata di un euro (da 5 a 6) la tariffa minima ordinaria; è stata introdotta la tariffa degli animali non da guida e sono stati equiparati a 3 euro, non cumulabili; i supplementi notturno e festivo . Non cambieranno i costi per lo scatto alla chiamata (3 euro) e lo sconto del 10 per cento per i disabili. I cani da guida per non vedenti viaggeranno gratis».
GLI INCENTIVI Il sindaco Massimo Zedda ha annunciato lo stanziamento di incentivi per 30 mila euro (con premialità per i tassisti) da destinare all'acquisto di auto ibride o elettriche, da assegnarsi con bando, per favorire la diffusione di veicoli a basse emissioni».
Andrea Artizzu