Rassegna Stampa

Vistanet Cagliari

Parte oggi alla Cineteca Sarda di Cagliari, la rassegna “Contaminazioni tra Cinema e Letteratura”. L

Fonte: Vistanet Cagliari
1 febbraio 2017

Parte oggi alla Cineteca Sarda di Cagliari, la rassegna “Contaminazioni tra Cinema e Letteratura”. La retrospettiva sarà dedicata a Roberto Faenza



Parte oggi alla Cineteca Sarda di viale Trieste a Cagliari, la rassegna “Contaminazioni tra Cinema e Letteratura”. La retrospettiva sarà dedicata al regista torinese Roberto Faenza.

Come ogni anno, la manifestazione organizzata dall’associazione culturale L’Alambicco, dedica film e appuntamenti ad un grande autore della settima arte. L’appuntamento di quest’anno ruota attorno all’opera dello scomodo regista vincitore del David di Donatello del 1993, quando Faenza si aggiudico la palma di miglior regista con “Jona che visse nella balena”, film che descrive la tragedia di un bambino ebreo deportato in un campo di concentramento. La carriera di Faenza è ricca di perle cinematografiche come, fra le tante, l’ultima interpretazione di Marcello Mastroianni in Sostiene Pereira, grazie alla quale il Marcello nazionale ottenne il premio di miglior attore protagonista. A dare il via al ciclo di programmazioni sarà l’opera prima del regista torinese “Escalation” (1968), che verrà proiettato gratuitamente oggi alle 20 nella sala di Viale Trieste. Il 4 sarà la volta di “Forza Italia!” e “Silvio Forever”, pellicole attraverso il maestro racconta il sistema di potere democristiano e la nascita del partito di Berlusconi. In questa occasione interverranno nel dibattito anche Antonio Padellaro del Fatto Quotidiano e Gabriella Gallozzi direttrice del magazine Bookciak. La retrospettiva condurrà alla premiazione di Faenza con il Premio alla Carriera; un riconoscimento che gli verrà consegnato il prossimo 18 marzo al Teatro Comunale di Elmas. La rassegna vedrà la proiezione dell’intera Opera Omnia del maestro italiano; gli appuntamenti saranno: il 6 febbraio (18.30) sarà volta “Mio caro dottor Grasler”  di “Jona che visse nella balena”, l’11 alle 17  sarà invece il turno di “Sostiene Pereira” e “Marianna Ucria”. Domenica 12 alle 18 verranno proiettati, a partire dalle 18 “Prendimi l’anima” e “L’amante perduto”, mentre la domenica successiva alle 17 “I viceré” e “Il caso dell’infedele Klara”.  La programmazione di lunedì 20 alle 17 prevede “I giorni dell’abbandono” e “Alla luce del sole” . Il 27 febbraio (18,30): “Copkiller” e “Un giorno questo dolore ti sarà utile”, Chiusura il 6 marzo alle 18.30 con  “Anita B” e “La verità sta in cielo”.